BORSE ASIA-PACIFICO-Indici negativi, Shanghai sfonda -7%, timori per dati Cina

lunedì 27 luglio 2015 08:42
 

INDICE                        ORE  8,24    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                     448,36       -1,25    467,23
 TOKYO                         20.350,10    -0,95    17.450,77
 HONG KONG                     24.488,49    -2,55    23.605,04
 SINGAPORE                     3.320,30     -0,96    3.365,15
 TAIWAN                        8.556,68     -2,41    9.307,26
 SEUL                          2.038,81     -0,35    1.915,59
 SHANGHAI COMP                 3.838,87     -5,70    3.234,68
 SYDNEY                        5.589,90     0,43     5.411,02
 MUMBAI                        27.825,36    -1,02    27.499,42
 ROMA 27 luglio (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico aprono in rosso la
settimana con la sola esclusione di Sidney trascinata al rialzo dai titoli del
settore monetario. In Cina continuano a prevalere aspettative di incertezza
sull'andamento della redditivà delle aziende, Shanghai crolla oltre il 7%, e
preoccupazioni per un aumento dei tassi Usa. 
     Alle 8,22 ora italiana l'indice regionale dell'Asia-Pacifico MSCI
, che non comprende Tokyo, perde l'1,26%. Negativo anche il
mercato giapponese, che ha perso lo 0,95%.
     SHANGHAI e HONG KONG, registrano le perdite più forti
oggi(Prada +0,4%). Pesano le aspettative degli investitori per
l'andamento economico dopo la diffusione dei dati sull'andamento degli utili
delle imprese in giugno che hanno fatto segnare un -0,3% rispetto all'anno
precedente e il +0,6% registrato a maggio. Ha contributo allo scivolone dei
mercati cinesi anche il calo dell'indice dei titoli It che è arrivato
a perdere il 3,%.
    SYDNEY si è mossa in controtendenza trascinata dai titoli delle
aziende del settore minerario, soprattutto oro, che hanno rimbalzato dopo le
cadute delle ultime sedute della settimana scorsa.
    SEUL, chiude quasi piatta con gli investitori divisi fra le
aspetative per le decisioni della Fed, domani si riunisce il Federal open market
commite (Fomc), e le preoccupazioni per l'andamento dei profitti aziendali nel
secondo trimestre.  
    TAIWAN, chiude in deciso ribasso trascinata dai titoli dei
produttori di semiconduttori che hanno perduto il 2,37% e del settore
bancario in calo dell 2,31%.
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia