BORSE EUROPA in range a metà seduta, tono positivo grazie a trimestrali

giovedì 23 luglio 2015 12:08
 

LONDRA, 23 luglio(Reuters) - 
 INDICI                        ORE 12,00   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                   3645,27     0,27     3146,43
 FTSEUROFIRST300               1585,93     -0,02    1368,52
 STOXX BANCHE                  224,53      0,19     188,77
 STOXX OIL&GAS                 304,41      -0,93    284,47
 STOXX ASSICURAZIONI           291,57      -0,31    250,55
 STOXX AUTO                    610,92      0,04     501,31
 STOXX TLC                     389,53      -0,04    320,05
 STOXX TECH                    353,47      0,81     312,18
 
    
    Le borse europee sono poco mosse a metà seduta, ma
l'intonazione del mercato resta positiva, dopo due sedute al
ribasso, grazie a risultati migliori del previsto da parte di
grandi società tra cui Credit Suisse e Unilever. 
    A sostenere il mercato anche il via libera del parlamento
greco sul secondo pacchetto di riforme, pre-condizione per
accedere al bailout.
    Alle 12 italiane l'indice paneuropeo FTSEuroFirst 300
 è sostanzialmente piatto a 1585,93 punti dopo aver
chiuso ieri in perdita, a -0,62%, trascinato al ribasso dal
settore tech, che aveva reagito negativamente al taglio delle
stime nelle previsioni di Apple.
    Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il britannico FTSE
100 segna +0,25%, il Dax tedesco +0,26%, mentre
il francese CAC 40 sale dello 0,31.
   "I mercati si stanno riallineando... le trimestrali negative
in Usa sono in parte riassorbite sul mercato europeo", commenta
Vincent Guenzi, portfolio manager di Cholet Dupont.
   Tra i titoli in evidenza oggi:
   Credit Suisse è il titolo migliore del paniere
europeo con un progresso di quasi il 5% dopo risultati migliori
delle attese sotto la guida del nuovo AD. 
   Un altro titolo svizzero, ABB, guadagna il 3,7%,
miglior performance giornaliera dal gennaio 2014, nonostante
abbia riportato profitti in calo dato che le sue cifre hanno
comunque superato le attese degli analisti. 
   Unilever mette a segno un progresso intorno al 2%
dopo una trimestrale migliore delle stime soprattutto riguardo
alle vendite. 
    Il fund manager focalizzato sui mercati emergenti Aberdeen
Asset Management è invece il peggiore del paniere, con
un ribasso del 6,3% dopo aver annunciato un deflusso netto di
capitali per 9,9 mld di sterline nel secondo trimestre a causa
del taglio delle posizioni di alcuni investitori istituzionali,
sull'azionario asiatico in particolare. 
    Negativo anche il titolo energetico SSE (-4,3%) dopo
aver detto di attendersi profitti in ribasso nell'area retail
quest'anno. 
          
   
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia