BORSA MILANO in lieve rialzo su attesa Grecia, giù petroliferi e Stm

mercoledì 22 luglio 2015 12:22
 

MILANO, 22 luglio (Reuters) - Seduta piatta a Piazza Affari, in linea con gli altri mercati europei, sulle attese per il nuovo voto del Parlamento greco al secondo pacchetto di riforme in cambio di aiuti.

"Il mercato è fermo per questa ragione", spiega un broker.

Intorno alle ore 12,20 l'indice FTSE Mib avanza dello 0,18%, l'AllShare dello 0,24%. Volumi per poco meno di un miliardo. Il benchmark europeo Ftseurofirst300 perde lo 0,37%.

A Wall Street i derivati sugli indici preannunciano un avvio debole.

In recupero le banche, in particolare le popolari, come POP EMILIA che guadagna l'1,1%.

Il nuovo calo del prezzo del petrolio penalizza tutto il settore energetico con ENI in flessione dell'1,06%; male anche le oil services come SAIPEM in ribasso dell'1,55%, mentre TENARIS cede il 2,2%. A livello europeo il comparto perde oltre l'1%.

Peggiore titolo del listino è STM, che arretra del 3,36% circa penalizzato dal downgrade di Citigroup che ha tagliato la raccomandazione a "neutral" da "buy", con un prezzo obiettivo a 7,8 euro da 8 euro. Sui tecnologici pesano anche i risultati deludenti di Apple ieri.

Comprati i titoli del lusso come LUXOTTICA con una un rialzo dello 0,8% e TOD's in salita dell'1,53%.

Fra i minori, svetta PREMUDA con un balzo del 13,2% dopo la firma dello standstill sulla ristrutturazione del debito con le banche.   Continua...