BORSE EUROPA incerte sotto i massimi, pesa calo farmaceutici

martedì 21 luglio 2015 11:33
 

INDICI                           ORE 11,10   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                      3678,63     -0,22    3146,43
 FTSEUROFIRST300                  1609,94     -0,25    1368,52
 STOXX BANCHE                     226,21      -0,11    188,77
 STOXX OIL&GAS                    311,49      -0,35    284,47
 STOXX ASSICURAZIONI              295,45      -0,25    250,55
 STOXX AUTO                       621,76      0,77     501,31
 STOXX TLC                        394,99      -0,45    320,05
 STOXX TECH                       358,96      -0,17    312,18
   
    LONDRA, 21 luglio (Reuters) - Le borse europee ballano tra segno più e segno
meno questa mattina, sotto ai massimi delle ultime sei settimane in un mercato
appesantito dal calo dei farmaceutici dopo la trimestrale del gigante Novartis
 sotto le attese degli analisti.
    Alle 11,10 italiane lo STOXX Europe 600 Healthcare Index perde quasi
l'1%, comparto peggiore in Europa, pressato dalla discesa del 2,4% segnata da
Novartis indebolita dalla performance negativa nel secondo trimestre della sua
divisione oculistica. 
    Alla stessa ora, l'indice paneuropeo FTSEuroFirst 300 segna -0,25%
a 1609,94.
    Tra le piazze nazionali, il britannico FTSE 100 segna -0,06%, il Dax
tedesco -0,01%, mentre il francese CAC 40 perde lo 0,14.
    "La Grecia al momento ha un impatto veramente limitato sul mercato, il focus
si è spostato sulle trimestrali e sui fondamentali dell'economia. Dopo la
chiusura oggi, tutti gli occhi saranno puntati sui risultati di Apple e
Microsoft", commenta Markus Huber, senior analyst di Peregrine & Black.
    Oggi sono attesi una raffica di risultati di grandi aziende Usa, tra cui
anche United Technology, Verizon.
    I prezzi dell'oro si stanno stabilizzando oggi appena sopra il minimo degli
ultimi cinque anni, ma gli investitori vedono ancora i prezzi scivolare dopo il
calo del 4% registrato ieri. 
    In Grecia le banche hanno riaperto ieri dopo settimane di chiusura. Il
governo ha sottoposto all'esame del parlamento il decreto richiesto dai
creditori per iniziare i colloqui sul nuovo pacchetto di aiuti
multi-miliardario. Il premier Alexis Tsipras deve far approvare le misure dalla
Camera entro domani sera. 
    Tra gli altri titoli in evidenza oggi, il produttore di alluminio Norsk
Hydro guadagna il 2,8% dopo aver annunciato utili operativi sopra le
attese nel secondo trimestre a seguito di prezzi in calo dei metalli.
 
    L'azienda chimica Akzo Nobel sale dell'1,4% dopo aver fatto sapere
di essere in linea per raggiungere i target prefissati per il 2015 grazie ad un
buon controllo dei costi. 
    Sap guadagna lo 0,8% nonostante una trimestrale poco brillante,
nella parte basse delle attese. Il produttore di software ha riportato risultati
misti oggi, con ricavi al massimo delle stime grazie ad un nuovo cloud via
Internet e utili nella parte bassa del target. 
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche
su www.twitter.com/reuters_italia