BORSE ASIA-PACIFICO-Mercati positivi su scia Wall Street, oro recupera

martedì 21 luglio 2015 08:30
 

INDICE                        ORE  8,26    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                     464,73       0,35     467,23
 TOKYO                         20.841,97    0,93     17.450,77
 HONG KONG                     25.585,60    0,71     23.605,04
 SINGAPORE                     3.377,23     0,11     3.365,15
 TAIWAN                        9.005,96     0,34     9.307,26
 SEUL                          2.083,62     0,50     1.915,59
 SHANGHAI COMP                 4.017,14     0,63     3.234,68
 SYDNEY                        5.706,70     0,35     5.411,02
 MUMBAI                        28.400,22    -0,07    27.499,42
 
    
  21 luglio (Reuters) - I mercati azionari dell'area Asia-Pacifico sono tutti
positivi oggi, sull'onda della chiusura in rialzo a Wall Street, mentre il
prezzo dell'oro è in recupero, dopo le pesanti perdite di ieri.
    Alle 8,26 ora italiana l'indice regionale dell'Asia-Pacifico MSCI
, che non comprende Tokyo, guadagna lo 0,35%.
    Il mercato giapponese, che ha riaperto oggi, segna un aumento di oltre lo
0,9% (con una chiusura ai massimi da quattro settimane) sull'attesa positiva per
i guadagni trimestrali delle principali aziende.
    Secondo gli analisti, sui mercati prevale la calma in questo momento, anche
grazie alla situazione in Grecia, dove hanno riaperto le banche ed è iniziato
l'iter per il rimborso dei creditori, dopo l'approvazione del pacchetto di
riforme.
    SYDNEY oggi ha chiuso a +0,48%, sesta seduta positiva consecutiva, 
grazie alla performance dei titoli bancari e del settore dei beni primari di
consumo.
    L'indice di SHANGHAI guadagna oltre lo 0,7%, mentre le misure di
salvaguardia adottate dal governo sembrano aver riportato la stabilità nei
mercati. HONG KONG è in progresso dello 0,7%, con Prada che
guadagna l'1,67%. 
    "Il mercato è sotto il controllo del governo... e il sentiment degli
investitori si è stabilizzato", commenta Fu Xuejun, analista di Huarong
Securities. "Nelle ultimissime sedute, ci sono stati scarsi segnali di vendite
da panico. Il mercato sta tornando alla normalità". Pechino ha varato una serie
di misure di emergenza dopo che la borsa ha perso oltre il 30% nel corso di un
mese, a partire da metà giugno. Ma il miglioramento della liquidità ha fatto sì
che alcune delle iniziative di salvataggio siano state rinviate, come è il caso
del piano per l'accumulo di 100 miliardi di yuan grazie a titoli di stato a
breve termine.
    TAIWAN ha chiuso a +0,3%, anche se l'export registra una nuova
flessione. SEUL guadagna oltre lo 0,4%, grazie soprattutto al settore
automobilistico, mentre la moneta locale, il won, è ai minimi da due anni contro
il dollaro.
    
    Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia