BORSA USA in lieve rialzo, risultati trimestrali alimentano fiducia

lunedì 20 luglio 2015 17:38
 

NEW YORK, 20 luglio (Reuters) - L'azionario Usa è positivo in una mattinata altalenante ma sostenuta dall'ottimismo del mercato per le ultime trimestrali che hanno riservato sorprese positive, a fronte di un calo delle materie prime.

In lieve rialzo il Nasdaq, che aggiorna i massimi record per la terza seduta consecutiva in un mercato che sposta l'attenzione dai timori riguardanti la Grecia e la Cina verso i risultati delle società.

Dopo Google, protagonista di un'ottima seduta ieri, i titoli tecnologici rimarranno sotto i riflettori nel corso della settimana con Ibm che annuncerà i risultati oggi a borsa chiusa e altri big come Apple, Yahoo e Microsoft che riporteranno nei prossimi giorni.

"Se le cose restano serene sul fronte della Grecia e della Cina, sarà un bene concentrarsi sui risultati societari che sono quelli che in primo luogo dovrebbero guidare il mercato", dice Randy Frederick, direttore generale per il trading e derivati di Charles Schwab ad Austin, in Texas.

Delle società che hanno pubblicato ad oggi i risultati, il 71% ha battuto le attese degli analisti, sopra la media del 63% che solitamente si registra in un trimestre. Tuttavia, solamente il 51% ha mostrato ricavi migliori delle stime, a fronte di una media del 61%.

A causa, in parte, del forte dollaro che riduce il valore dei ricavi dall'estero, nel secondo trimestre le società statunitensi dovrebbero registrare il peggiore calo di fatturato da quasi sei anni. Secondo le stime di Thomson Reuters gli utili dovrebbero scendere del 2,9%.

Alle 17,30 italiane il Dow Jones guadagna lo 0,16%, l'S&P 500 lo 0,09% e il Nasdaq lo 0,19%

Dopo un avvio positivo Morgan Stanley è piatta nel giorno della trimestrale che ha visto un calo dell'utile dell'8,5% a causa soprattutto dei maggiori costi sostenuti per le compensazioni e dei maggiori accantonamenti per le tasse, anche se i ricavi sono saliti del 13%.

PayPal guadagna il 5,5% nel primo giorno di negoziazione dopo lo split da eBay.   Continua...