PUNTO 1-Aeroporto Bologna pronto a M&A, titolo in asta dopo +21,7%

martedì 14 luglio 2015 10:47
 

(Aggiunge dichiarazioni, background, andamento titolo)

MILANO, 14 luglio (Reuters) - L'Aeroporto di Bologna Guglielmo Marconi vede il 2015 come un anno di assestamento, seguito da un 2016 di importante crescita, ed è pronto a partecipare al processo di consolidamento che sta avendo luogo nel settore in Italia.

E' quanto ha spiegato il direttore generale Nazareno Ventola a margine della cerimonia di quotazione. Il titolo oggi ha debuttato sul segmento Star di Borsa Italiana con un rialzo a doppia cifra, dopo aver prezzato le azioni nella parte bassa della forchetta, a 4,5 euro su un range di 4,4-5,2 euro. L'Opvs, che ha comunque ricevuto una domanda pari a 2,8 volte l'offerta, ha risentito delle turbolenze sui mercati azionari legate alle vicende greche.

"Il 2015 sarà un anno di assestamento, ma comunque positivo", ha spiegato Ventola, sottolineando che dopo la forte crescita dell'ultimo triennio quest'anno il tasso di crescita della marginalità sarà più contenuto.

"C'è un'attività di consolidamento a livello nazionale, valuteremo tutte le opzioni strategiche in modo aperto", ha risposto a una domanda sulle possibilità di M&A, sottolineando però che al momento non ci sono progetti definiti e che ora la priorità è lo sviluppo organico. A questo proposito il manager ha ricordato che c'è un programma di investimenti per i prossimi cinque anni superiore ai 120 milioni di euro e "una parte importante dei proventi della quotazione saranno destinati a finanziare questo sviluppo".

"Prima o poi questo processo di consolidamento ci vedrà protagonisti", ha concluso. A chi gli chiedeva se l'Aeroporto di Bologna sarebbe stato preda o predatore, Ventola ha risposto che "tutte le opzioni sono aperte".

Il direttore generale ha infine spiegato che una politica dei dividendi non è ancora stata definita ma "sarà soddisfacente" per gli azionisti.

Intorno alle 10,35 Aeroporto di Bologna è entrato in asta di volatilità dopo aver segnato un rialzo del 21,67% a 5,475 euro.

  Continua...