Cdp, Renzi: Bassanini lascerà guida a Costamagna, sarà consigliere premier

venerdì 19 giugno 2015 18:46
 

ROMA, 19 giugno (Reuters) - C'è l'accordo sul rinnovo dei vertici di Cassa depositi e prestiti (Cdp): Franco Bassanini è pronto a lasciare la presidenza a Claudio Costamagna per diventare 'consigliere speciale' del presidente del Consiglio.

A dare la notizia è lo stesso Matteo Renzi con un articolato comunicato stampa che chiude il confronto sul futuro assetto della holding controllata all'80% dal ministero dell'Economia e al 18,1% dalle Fondazioni di origine bancaria.

"Bassanini si è dichiarato disponibile a favorire questo processo di rinnovamento, scegliendo per il momento di lavorare a Palazzo Chigi con l'incarico di 'consigliere speciale' del Presidente del Consiglio. È mia intenzione affidargli di volta in volta il compito di predisporre analisi, proposte e soluzioni su specifici problemi, continuando a dare il suo contributo alla realizzazione del Piano Banda Ultralarga", scrive Renzi aggiungendo che "nel contempo, Bassanini si è dichiarato disponibile a dare le dimissioni dalla Presidenza, garantendo la continuità della rappresentanza istituzionale di CDP fino alla elezione del nuovo Presidente".

"Le Fondazioni si sono a loro volta dichiarate disponibili a una designazione concordata del nuovo presidente di Cdp nella persona di Claudio Costamagna, manager di elevata esperienza internazionale, nell'ambito di un'intesa volta a garantire la massima efficienza operativa, stabilità patrimoniale e adeguata redditività".

Il comunicato aggiunge che "i soci di Cdp chiederanno alla società una politica dividendi nel 2015 simile a quella del 2014".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia