Banche, misure fiscali su svalutazioni crediti non a prossimo Cdm - Morando

giovedì 18 giugno 2015 13:54
 

LUCCA, 18 giugno (Reuters) - La riduzione a un anno, dai cinque attuali, dell'ammortamento fiscale delle svalutazioni dei crediti delle banche non sarà nelle misure del prossimo Consiglio dei ministri.

Lo ha chiarito il vice ministro Enrico Morando, lasciando il 25° Congresso nazionale dell'Acri a Lucca.

"Cerchiamo di ridurre i 5 anni, c'è un problema di bilancio, vogliamo uniformarci in tempi accettabili", ha detto Morando.

"Non sarà all'ordine del giorno" del prossimo consiglio dei ministri, ha aggiunto.

Poco prima il vice ministro aveva detto che è pronta la misura che ridurrà i tempi di recupero dei crediti e che il governo è "fermamente orientato" anche a varare una misura per portare a un anno da cinque gli ammortamenti fiscali di svalutazioni di crediti.

Nello scorse settimane fonti governative che seguono il dossier hanno detto a Reuters che questa seconda misura potrebbe trovare spazio nella prossima legge di Stabilità, quindi dopo l'estate.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia