BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in lieve rialzo dopo Fed

giovedì 18 giugno 2015 08:57
 

INDICE                          ORE 8,40    VAR %   CHIUS. 2014
 MSCI ASIA-PAC.                      479,66   +0,09       467,23
 TOKYO                            19.990,82   -1,13    17.450,77
 HONG KONG                        26.663,08   -0,36    23.605,04
 SINGAPORE                         3.304,77   -0,67     3.365,15
 TAIWAN                            9.218,37   +0,31     9.307,26
 SEUL                              2.041,88   +0,34     1.915,59
 SHANGHAI COMP                     4.870,00   -1,99     3.234,66
 SYDNEY                            5.522,80   -1,30     5.411,02
 MUMBAI                           27.081,92   +0,93    27.499,42
    18 giugno (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono
marginalmente positive e il dollaro scende, dopo che la Federal
Reserve ha segnalato che i tassi d'interesse aumenteranno più
lentamente di quanto i mercati si attendessero.
    Intorno alle 8,40 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, sale
dello 0,10%.
    Al termine della riunione di due giorni la Fed ha segnalato
che l'economia Usa appare sufficientemente robusta da sostenere
un aumento dei tassi entro la fine dell'anno. Ma ha abbassato la
sua stima per la crescita del 2015 dopo il debole inizio d'anno.
    In controtendenza HONG KONG, negativa in una seduta
dove prevale ancora la cautela degli investitori. A mortificare
il sentiment è il dibattito sulla controversa riforma elettorale
nell'isola, sostenuta da Pechino, e in discussione nel
parlamento locale. Prada perde lo 0,13%.
    Anche SHANGHAI si muove in territorio negativo. Gli
investitori sentono la pressione di 11 Ipo pronte per il mercato
e hanno optato per le prese di profitto soprattutto nel comparto
dei bancari che di recente ha corso molto. Tiene l'immobiliare
sui dati dei prezzi delle case in crescita.
    TAIWAN ha chiuso in rialzo, sulla scia di Wall
Street, in una seduta movimentata soprattutto per le small-cap.
Domani la borsa dell'isola rimarrà chiusa per una festività
nazionale e riaprirà lunedì. Positiva anche SEUL.
    SYDNEY ha chiuso in calo. Sulla piazza australiana
ha prevalso il nervosismo per la crisi greca e la delusione per
gli esiti della riunione della Fed, perché non avrebbe fatto
sufficiente chiarezza su quando inizieranno ad aumentare i tassi
Usa. I finanziari guidano le perdite con QBE a -2,70% e
Westpac a -1,38%.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia