Cdp, Bassanini dice che non si opporrà a sostituzione per "interessi personali"

mercoledì 17 giugno 2015 13:30
 

ROMA, 17 giugno (Reuters) - Il presidente di Cassa depositi e prestiti Franco Bassanini ha ribadito oggi che non intende opporsi per interesse personale al suo possibile avvicendamento.

"Negli incontri che ho avuto con il presidente (Matteo) Renzi e con il ministro (Piercarlo) Padoan, peraltro molto cordiali e costruttivi come (non da me) è stato rivelato, ho seguito rigorosamente questo criterio di comportamento", ha detto in una nota.

Bassanini nello stesso comunicato ribadisce, in relazione all'ipotesi di cambiamenti ai vertici della Cassa: "Non farò certo resistenza in nome di interessi personali, così come ho sempre fatto nella mia non breve esperienza istituzionale, di cui tutto si può dire eccetto che sia stata guidata dall'attaccamento a qualche poltrona".

Renzi ha detto ieri alla trasmissione Porta a Porta di non avere ancora preso decisioni in merito al ricambio dei vertici, ma che "per motivi tecnici" serve un nuovo Cda, pertanto il governo si appresta a nominare cinque nuovi consiglieri.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia