Grecia, depositi scesi di 30 mld tra ottobre e aprile - Banca centrale

mercoledì 17 giugno 2015 10:51
 

ATENE, 17 giugno (Reuters) - La crisi in corso ha causato la fuoriuscita di depositi dai conti correnti delle banche greche per circa 30 miliardi di euro tra ottobre 2014 e aprile 2015.

Lo ha reso noto la banca centrale greca, aggiungendo che il paese verrebbe a trovarsi in un "percorso doloroso" verso il default e l'uscita dall'euro se il governo e i suoi creditori internazionali non dovessero riuscire a raggiungere un accordo che garantisca nuovi aiuti finanziari.

"Il mancato raggiungimento di un accordo segnerebbe l'inizio di un doloroso percorso che porterebbe inizialmente la Grecia al default e in ultimo all'uscita del paese dalla zona euro e, molto probabilmente, dall'Unione europea", si legge in un rapporto della Banca di Grecia.

"Trovare un accordo con i nostri partner è un imperativo storico che non possiamo permetterci di ignorare" prosegue l'istituto centrale, che prevede inoltre un'accentuazione del rallentamento economico del paese nella seconda metà dell'anno.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia