Telecom Italia forte in borsa su attese aumento quota Vivendi

mercoledì 17 giugno 2015 10:05
 

MILANO, 17 giugno (Reuters) - Avvio di seduta tonico per Telecom Italia dopo che ieri sera fonti hanno riferito a Reuters che Vivendi intende aumentare la sua quota nel gruppo al 10-15% allo scopo di rafforzare la propria influenza dopo l'uscita degli attuali soci forti.

Intorno alle 9,50 il titolo sale del 3,3% a 1,142 euro, dopo un massimo di 1,15, in un mercato generale debole (-0,4% l'indice FTSE Mib). Volumi pari a circa un terzo della media di un'intera seduta negli ultimi 30 giorni.

L'indice europeo delle tlc è poco mosso.

"Diamo credibilità alle indiscrezioni stampa secondo cui Vivendi potrebbe aumentare la sua quota in Telecom Italia", commenta in una nota Kepler Cheuvreux, che conferma la raccomandazione 'buy'. Vivendi, sottolinea, è ricca di cassa e il mercato italiano delle telecomunicazioni va verso un consolidamento, con Telecom in posizione strategica.

Vivendi sta per diventare il primo azionista singolo di Telecom con l'8,3%, ottenuto come parziale pagamento per la vendita del gruppo brasiliano Gvt a Telefonica. Ci si aspetta che Vivendi inizi ad acquistare altre azioni Telecom nelle prossime settimane, secondo le fonti, dopo lo scioglimento di Telco, il veicolo che ha il 22,4% di Telecom ed è partecipato dal gruppo spagnolo e da alcuni istituzionali italiani.

Oggi è in agenda il cda di Telco per approvare il bilancio e prendere atto che si sono avverate le condizioni per il dissolvimento della holding. I soci Telefonica, Generali , Mediobanca e Intesa sono in uscita da Telecom, un'avventura che si è rivelata ben poco fruttifera fin dall'ingresso nel 2007. Una volta sciolta Telco i soci potranno disporre delle azioni, probabilmente già dall'inizio della settimana prossima.

"Anche se Vivendi potrebbe arrotondare fuori mercato la sua partecipazione, rilevando le quote dai soci italiani di Telco in uscita (nel complesso il 7,6% delle azioni ordinarie), il titolo dovrebbe beneficiare della chiusura delle operazioni di copertura effettuate da Generali e Intesa", si legge nella nota giornaliera di Icbpi.

  Continua...