BORSE EUROPA a minimi da febbraio su timori Grecia

martedì 16 giugno 2015 12:49
 

LONDRA, 16 giugno (Reuters) - 
 INDICI                       ORE 12,35   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                  3396,68     -1,2     3146,43
                                                   
 FTSEUROFIRST300              1508,91     -0,73    1368,52
 STOXX BANCHE                 209,78      -1,25    188,77
 STOXX OIL&GAS                307,08      -0,95    284,47
 STOXX ASSICURAZIONI          270,3       -0,5     250,55
 STOXX AUTO                   607,34      -1,19    501,31
 STOXX TLC                    358,41      -1,09    320,05
 STOXX TECH                   345,17      -0,61    312,18
 
    L'azionario europeo estende il calo registrato nelle ultime
tre sedute e si posiziona sui minimi da febbraio oggi,
penalizzato ancora una volta dalle persistenti incertezze sulla
crisi del debito greco.
    Atene ha smentito le indiscrezioni riportate da un
quotidiano tedesco circa un piano della zona euro volto a
imporre in Grecia controlli alla circolazione dei capitali già
questo fine settimana se non sarà raggiunto nel frattempo un
accordo con i creditori.  
    Alle 11,35 italiane l'FTSEuroFirst 300 cede lo
0,73% a quota 1508,91 dopo aver chiuso ieri in calo dell'1,57%,
peggior ribasso da maggio. 
    Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il  britannico FTSE
100 segna -0,71%, il Dax tedesco -1,14%, mentre
il francese CAC 40 perde poco più dell'1%.
    "Le relazioni [tra Atene e i creditori] al momento sono cosi
cattive che è difficile pensare al raggiungimento di un accordo
a questo punto... a meno che una parte o l'altra cambi strada si
va verso il default, l'unica questione è capire quando",
commenta Michael Hewson, chief market analyst di CMC Markets.
    Le preoccupazioni greche appesantiscono in particolare il
comparto bancario, con l'indice di settore che perde
oltre l'1% in uno scenario di rendimenti obbligazionari in
salita. A guidare il ribasso del comparto sono le banche greche,
mentre l'indice generale di Atene, sempre molto volatile,
lascia sul terreno 3,43%, avendo perso da venerdì scorso oltre
10%.
    Tra gli altri titoli in evidenza si segnalano:
    Henkel cede il 3,4% dopo notizie secondo cui
avrebbe perso la possibilità di acquisire i marchi Wella e
Clairol, di proprietà di Procter & Gamble.
    Anche Airbus perde il 2,5% dopo che American
Airlines ha rimandato di diversi anni l'ordine di 35
velivoli.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia