BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in calo su timori default Grecia, attesa Fed

martedì 16 giugno 2015 08:59
 

INDICE                          ORE 8,45    VAR %   CHIUS. 2014
 MSCI ASIA-PAC.                      476,66   -0,71       467,23
 TOKYO                            20.257,94   -0,64    17.450,77
 HONG KONG                        26.619,65   -0,90    23.605,04
 SINGAPORE                         3.296,36   -0,80     3.365,15
 TAIWAN                            9.212,78   -0,50     9.307,26
 SEUL                              2.028,72   -0,67     1.915,59
 SHANGHAI COMP                     4.895,90   -3,29     3.234,68
 SYDNEY                            5.535,89   -0,05     5.411,02
 MUMBAI                           26.487,67   -0,37    27.499,42
    16 giugno (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico
scivolano in negativo sullo scenario di un default del debito
sovrano greco, mentre la riunione della Fed, che si apre oggi,
spinge gli investitori alla cautela.
    Sui mercati globali pesano le incertezze relative alle
trattative fra Atene e i suoi creditori. Dopo il nulla di fatto
del fine settimana, la Grecia ha solo due settimane per uscire
dall'impasse, prima della scadenza di una rata da 1,6 miliardi
di euro da rimborsare al Fondo monetario internazionale. 
    C'è attesa anche per l'incontro di due giorni del Federal
Open Market Committee (FOMC), da cui potrebbero emergere
indicazioni su un aumento dei tassi Usa verso la fine dell'anno.
      
    Intorno alle 8,45 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, scende
dello 0,71%.
    HONG KONG è debole in una seduta dove l'appetito per il
rischio viene smorzato anche dall'incertezza politica per un
voto cruciale questa settimana e dalle prospettive di un
imminente defualt della Grecia. Prada <1913,HK> perde l'1,59%.
    SHANGHAI è in calo, segnato soprattutto dal giro di vite del
governo sul 'margin financing' illegale. Ad alimentare la
cautela degli investitori contribuisce l'imminente lancio di una
serie di Ipo.
    TAIWAN ha terminato la seduta in ribasso. Il produttore di
smartphones HTC Corp ha perso il 5,86% sulle stime di
forti perdite a giugno, che alimentano le voci di una scalata
dall'estero.
     SEUL ha chiuso vicino ai minimi da 11 settimane,
riflettendo le tensioni globali. A tenere gli investitori
lontani dai titoli più rischiosi ha contribuito anche il
proliferare della Sindrome respiratoria del Medioriente (Mers),
il virus che ha già fatto alcune vittime in Corea del Sud.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia