Wall Street, indici depressi da Grecia, possibile rialzo tassi a settembre

venerdì 12 giugno 2015 17:08
 

12 giugno (Reuters) - Apertura debole a Wall Street oggi dove gli indici sono messi sotto pressione dall'impasse nei colloqui fra la Grecia e i suoi creditori e dal moltiplicarsi delle chance di un rialzo dei tassi a settembre negli Usa dove la ripresa sembra prendere slancio.

Il Fomc si riunisce settimana prossima per l'ultima volta prima della pausa estiva e potrebbe fornire indizi sulle tempistiche di un rincaro del costo del denaro statunitense.

"Gli investitori non vogliono prendere grosse posizioni prima del meeting e la Grecia continua certamente ad essere una grande fattore...", commenta Adam Sarhan, AD di Sarhan Capital a New York.

Ieri l'azionario Usa ha guadagnato terreno con in evidenza i titoli dei gruppi farmaceutici dopo che robuste vendite al dettaglio hanno migliorato le prospettive per i consumi.

Intorno alle 17 il Dow Jones industrial average amplia le perdite arrivando a cedere un punto percentuale a 17.858 punti, lo S&P 500 lascia sul campo lo 0,8% e il Nasdaq Composite lo 0,75%.

Il settore peggiore è quelle energetico.

In controtendenza sale di circa un punto percentuale Twitter all'indomani delle dimissioni dell'AD Dick Costolo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia