Titoli Stato Italia, portafoglio esteri sale a marzo con avvio Qe

lunedì 15 giugno 2015 10:36
 

MILANO, 15 giugno (Reuters) - È aumentato in marzo, primo
mese di acquisti di Btp da parte della Bce e di Banca d'Italia
nell'ambito del Qe, il portafoglio di titoli di Stato italiani
detenuti da investitori stranieri.
    Secondo i dati contenuti nel supplemento al bollettino
statistico 'Finanza pubblica, fabbisogno e debito' pubblicato
oggi da Banca d'Italia, il controvalore dei titoli detenuti da
investitori non residenti in Italia risulta pari a 726,289
miliardi di euro, rispetto ai 708,518 miliardi di fine febbraio.
    In base ai calcoli Reuters sui dati di Bankitalia, la quota
dei titoli del debito pubblico italiano in mano ad investitori
esteri è salita in marzo al 39,4% del totale, dal 38,8% del mese
precedente.
    Il portafoglio esteri include anche i titoli di Stato
detenuti da investitori domestici attraverso soggetti non
residenti e quelli detenuti da banche centrali di altri paesi e
dalla Bce.
    I dati odierni, riferiti a marzo, incorporano gli acquisti
di titoli di Stato effettuati dalla Bce e da Bankitalia nel
primo mese del programma di quantitative easing; nell'ambito del
Qe, gli acquisti di titoli di Stato di un determinato paese
della zona euro vengono condotti principalmente dalla
corrispondente banca centrale nazionale.
    Banca d'Italia aveva già comunicato il mese scorso il
controvalore di marzo del proprio portafoglio di titoli Stato
nazionali, pari a 107,735 miliardi, in aumento dai 101,416
miliardi di febbraio. Oggi Via Nazionale ha comunicato il dato
sul portafoglio di aprile, salito ulteriormente a 114,069
miliardi.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia