Banche, con misure su sofferenze minor necessità di veicolo pubblico-Messina

giovedì 11 giugno 2015 15:04
 

MILANO, 11 giugno (Reuters) - Il Ceo di Intesa Sanpaolo Carlo Messina vede con favore provvedimenti governativi che vadano nella direzione di un più facile recupero del credito e di una maggiore flessibilità della deducibilità fiscale delle perdite e ritiene che in presenza di queste norme si attenui l'urgenza di un veicolo di matrice pubblica.

"Finché non vedo queste misure non posso dire se sono sufficienti o meno. Certamente se l'azione di recupero del credito può essere favorita da queste misure e c'è un effetto di deducibilità fiscale maggiore, la bad bank può trovare minor valore nell'ambito delle idee del Governo", ha spiegato.

"Queste sono le infrastrutture per permettere un recupero migliore del credito", ha aggiunto.

Oggi alle 18 è in agenda una riunione del Consiglio dei Ministri, mentre alle 12 si è tenuto un preconsiglio ma non c'è ancora conferma che provvedimenti sui crediti deteriorati possano essere annunciati questa sera.

Il nutrito ordine del giorno del preconsiglio dei ministri prevedeva tra gli altri un decreto in materia di giustizia amministrativa, ma secondo una fonte governativa non dovrebbe riguardare il tema dei tempi di recupero delle garanzie sui crediti non pagati.

Non è escluso tuttavia che le attese misure fiscali sulle svalutazioni dei crediti, insieme alla riforma del credito cooperativo, possano entrare direttamente all'esame del consiglio di stasera il cui ordine del giorno definitivo non è stato ufficializzato.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia