Eni, Europa non è posto per shale oil, no altri rigassificatori Italia-AD

martedì 9 giugno 2015 13:44
 

MILANO, 9 giugno (Reuters) - Contrariamente a quanto sta avvenendo negli Stati Uniti, dove l'estrazione del gas da scisti (shale gas) ha reso il Paese nordamericano indipendente dal punto di vista energetico, l'Europa non è un posto dove cercare lo shale oil.

Questa è la posizione dell'AD di Eni, Claudio Descalzi, emersa nel corso di un incontro organizzato da Ispi.

"Per quanto riguarda lo shale gas in Europa, a parte la Gran Bretagna, siamo andati a cercarlo in Polonia tutti insieme e siamo andati via tutti insieme. E' una tecnica che ha bisogno di grandi spazi e le condizioni ambientali non sono favorevoli in Europa perché è molto invasiva come tecnica: ha bisogno di spazi adeguati, ritengo che l'Europa non sia assolutamente un posto da shale oil".

Il manager ha poi aggiunto, relativamente alla possibile costruzione di rigassificatori in Italia, oltre ai tre attuali: "Non penso ci sia bisogno di altri rigassificatori, la Spagna ce li ha per tutta l'Europa", anche perché la gran parte del gas in Italia arriva via gasdotti a prezzi più bassi, ha concluso Descalzi.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia