Hong Kong sconsiglia viaggi in Corea del Sud per epidemia Mers

martedì 9 giugno 2015 10:25
 

SEUL/HONG KONG, 9 giugno (Reuters) - Hong Kong ha emesso un'allerta "rossa" oggi sconsigliando i viaggi non essenziali in Corea del Sud, dove con gli otto nuovi casi registrati di Sindrome respiratoria mediorientale (Mers) sale a 95 il numero di pazienti contagiati, con 7 morti.

Il numero di nuovi casi sudcoreani di Mers ha subìto un drastico calo dai 23 di ieri, ma sale quello di scuole chiuse: 2.208, comprese 20 università.

L'allerta rossa, il secondo livello su una scala di tre, rappresenta una "minaccia significativa" secondo il governo di Hong Kong, e vuol dire che le persone dovrebbero "evitare viaggi non essenziali".

La risposta sudcoreana all'epidemia ha rispettato le linee guida dell'Organizzazione mondiale della sanità, ha detto a Reuters a Manila Alison Clements-Hunt, portavoce dell'ufficio del direttore generale dell'Oms.

La Corea del Sud ha il secondo numero più alto di infezioni dopo l'Arabia Saudita, secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie.

Ci si attende che la banca centrale sudcoreana tagli i tassi di interesse giovedì, una mossa preventiva per frenare l'impatto economico dell'epidemia, secondo un sondaggio Reuters fra gli analisti.

I nuovi casi sudcoreani portano a 1.244 il numero globale di persone infettate dalla Mers, secondo i dati Oms, con almeno 446 morti.

(Ju-min Park e James Pomfret)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia