4 giugno 2015 / 13:44 / tra 2 anni

Generali, per Ferak quota non strategica, buon momento per uscire-Ravagli

MILANO, 4 giugno (Reuters) - La quota che Ferak detiene in Generali non è strategica, e quello è attuale è un buon momento per vendere.

E’ quanto spiegato dal managing partner di Palladio Finanziaria Sergio Ravagli, a margine di un evento a Milano.

“La quota di Generali non è strategica, prima o poi usciremo”, ha spiegato Ravagli. “Adesso sta performando bene, è tornata a crescere, credo sia maturato il momento per uscire”, ha aggiunto.

Ferak è una holding di investimento partecipata da Palladio Finanziaria, gruppo Valbruna, Finanziaria Internazionale, Veneto Banca e dalla famiglia Zoppas.

Secondo quanto comunicato lo scorso dicembre, a seguito dello scioglimento del veicolo Effeti, costituito da Fondazione Crt e Ferak, questa ultima era venuta a detenere, nel complesso, l‘1,938% di Generali.

Oggi il Sole 24 Ore scrive che negli ultimi mesi la quota sarebbe stata limata all‘1,5%.

(Elisa Anzolin)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below