BORSE EUROPA pesanti penalizzate da euro e rendimenti bond

giovedì 4 giugno 2015 12:29
 

LONDRA, 4 giugno (Reuters) - 
 INDICI                         ORE 12,25   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                     3531,11    -1,47     3146,43
 FTSEUROFIRST300                 1548,82    -1,4       368,52
 STOXX BANCHE                     217,5     -0,98       88,77
 STOXX OIL&GAS                    315,24    -1,77      284,47
 STOXX ASSICURAZIONI              276,32    -1,27      250,55
 STOXX AUTO                       620,67    -1,7       501,31
 STOXX TLC                        371,74    -0,64      320,05
 STOXX TECH                       361,06    -0,61      312,18
 
    
    Giornata pesante per i mercati europei, che oggi stanno toccando i livelli
più bassi da almeno un mese, mentre il rialzo dell'euro sul dollaro e l'aumento
dei rendimenti dei bond getta un'ombra sul costo del denaro e sulle prospettive
dell'export.
    L'insistenza di ieri della Banca Centrale Europea sul fatto che non c'è
necessità di modificare la politica monetaria di fronte alla volatilità del
mercato del credito ha preoccupato i mercati finanziari. Il rendimento dei
titoli di Stato tedeschi ha raggiunto il punto massimo da otto mesi e l'euro ha
registrato il più forte guadagno su due giorni da oltre sei anni a questa parte.
    L'indice FTSEurofirst 300 index è in calo dell'1,4% a 1.548,82
punti alle 12,25 circa italiane.
    Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il  britannico FTSE 100 
segna -1,24%, il Dax tedesco -1,3%, il francese CAC 40 -1,63%.
    L'indice ha guadagnato quasi il 25% tra metà gennaio e metà aprile, dopo
l'annuncio del programma di Quantitative Easing della Bce. Ma nell'ultimo mese
l'indice ha raggiunto il massimo della volatilità dal 2012, considerando le
variazioni tra apertura, massimi, minimi e chiusura.
    "L'aumento dei rendimenti dei bold sta mettendo pressione sui mercati
azionari europei", dice John Plassard, senior equity
sales trader di Mirabaud Securities'.
    Il settore delle utility, considerato l'alternativa naturale agli
investimenti in bond in ragione dei dividendi affidabili e di rendimenti
maggiori, è stato colpito più duramente degli altri, perdendo oltre il 2%.
    La borsa di Atene perde il 2,4% mentre i negoziati sul debito greco
continuano. Il premier greco Alexis Tsipras ha detto, dopo i colloqui di ieri a
Bruxelles, che un accordo coi creditori è "in vista", ma le differenze restano.
    Il gruppo agrochimico Syngenta è in controtendenza e guadagna
l'1,5% dopo che Reuters ha scritto che l'azienda tedesca BASF
 sta valutando un'offerta. I takeover aziendali sono stati finora un
ammortizzatore per il mercato azionario europeo, nonostante i timori sulla
Grecia.
    Inoltre, alcuni investitori considerano il rialzo dei rendimenti, che
riflette le attese sun un aumento dell'inflazione, come un segno di ripresa
dell'economia della zona euro.
    Una ricerca di JP Morgan Asset Management mostra che c'è una correlazione
storica positiva tra l'aumento del rendimento dei bond e ritorno positivo per
l'azionario quando i tassi si muvono dai minimi.
    "L'azionario rappresenta il valore migliore e dovrebbe continuare a offrire
una risorsa attraente e in crescita rispetto ai bond, anche se il rendimento dei
bond inizia a salire", dice Stephen Thornber, manager del fondo strategico St.
James's Place.
    Tra i tiotoli in evidenza oggi:
    AIRBUS perde oltre il 2,5% in attesa che Bombardier riveli oggi
nuove informazioni sulle performance del nuovo jet passeggeri CSeries
all'Airshow di Parigi;
    DEUTSCHE TELEKOM guadagna l'1,5% circa sulla notizia che Dish
Network è impegnata in un negoziato per la fusione con T-Mobile Us, quarto
maggiore operatore wireless negli Stati Uniti, anche se non c'è ancora accordo
sul prezzo di acquisto, scrive il Wall Street Journal;
    GLENCORE perde il 2,4%: ha annunciato che sta pensando a una
ristrutturazione dei propri asset carboniferi in Australia per trarre vantaggio
dal calo del mercato e riposizionarsi per la futura crescita;
    RENAULT perde il 2,3% nonostante continui, insieme al partner
giapponese Nissan Motor, ad aumentare i risparmi attraverso le sinergie e sembra
pronto a rispettare gli obiettivi a lungo termine senza ampliare le alleanze,
come ha spiegato a Reuters ieri il ceo Carlos Ghosn.
    
   
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia