T2S, ok Bce a slittamento adesione Italia, si va verso 31 agosto

lunedì 8 giugno 2015 18:25
 

di Luca Trogni

MILANO, 8 giugno (Reuters) - Il consiglio direttivo della Bce ha dato il suo appoggio alla proposta di slittamento della migrazione dell'Italia da Montetitoli a Target2 Securities per il regolamento delle proprie operazioni.

Lo dice a Reuters il presidente di Assiom Forex, Guseppe Attanà, aggiungendo che si dà comunque "per certa la data del prossimo 31 agosto" rispetto al 22 giugno previsto. Anche altre tre fonti riferiscono che lo slittamento sarà fino a fine agosto. No comment da parte di Bce e Montetitoli.

"La decisione formale ed ufficiale di tale slittamento è demandata al CSG Steering Group (composto da tutti i depositari nazionali europei) e verrà presa nel corso dell'incontro di questo organismo fissato per il prossimo 11 giugno" spiega Attanà.

Nelle ultime settimane gli intermediari italiani, che attualmente per il regolamento delle proprie operazioni su titoli utilizzano Montetitoli, hanno sottolineato l'insufficiente stabilità della piattaforma T2S emersa nei test.

Lo scorso 29 maggio il board di T2S aveva confermato la data del 22 giugno per la partenza della piattaforma europea del sistema dei pagamenti per i cinque paesi - Grecia, Malta, Romania e Svizzera oltre all'Italia - che avevano scelto di spostare per primi il settlement della loro operatività in sede europea.

Dopo quella data T2S ha effettuato nuovi test che hanno rilevato miglioramenti anche se la percentuale di riuscita dei regolamenti, secondo quanto comunicato da Montetitoli agli utilizzatori, si è fermata per gli intermediari italiani poco sopra l'80%.

"La necessità di posticipare la partenza dell'Italia è stata determinata dai ritardi accumulati dai soggetti internazionali competenti per la realizzazione degli interventi tecnologici sulla piattaforma T2S" commenta Attanà, ricordando che il 90% dei volumi regolati dal gruppo dei cinque Paesi iniziali fa capo all'Italia e incorpora le elevate transazioni su titoli di Stato e pronti contro termine.

"I test sono migliorati, ma non danno ancora sufficienti garanzie per gestire la massa critica degli scambi italiani. Montetitoli ha evidenziato questa situazione e si è aperto un dialogo con T2S che porta al rinvio al 31 agosto" conferma una delle fonti.   Continua...