BORSE ASIA-PACIFICO -Indici in calo, Shanghai +1,40%

martedì 2 giugno 2015 09:07
 

INDICE                        ORE  8,45    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                     493,11       -0,81    467,23
 TOKYO                         20.543,19    -0,13    17.450,77
 HONG KONG                     27.461,23    -0,49    23.605,04
 SINGAPORE                     3.352,24     -1,18    3.365,15
 TAIWAN                        9.614,26     -0,12    9.307,26
 SEUL                          2.078,64     -1,13    1.915,59
 SHANGHAI COMP                 4.894,25     1,36     3.234,68
 SYDNEY                        5.636,00     -1,73    5.411,02
 MUMBAI                        27.501,57    -1,25    27.499,42
    
    2 giugno (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico si
sono mosse con tendenze contrastanti anche se per lo più in
terreno negativo. Dopo una prima parte della seduta in ribasso,
la borsa di Shanghai è tornata a salire nonostante l'avvio delle
offerte di 11 matricole fra cui quella del gigante China
National Nuclear Power.
    Intorno alle 8,45 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, lascia
sul terreno 0,81%.
    La borsa giapponese ha chiuso in calo dello 0,13%.
    HONG KONG perde intorno allo 0,44%, con Prada in
calo dell'1,45%.
    SHANGHAI in rialzo di oltre l'1% dopo aver aperto in
ribasso. Complessivamente, secondo l'agenzia di stampa cinese
Xinhuai, i nuovi collocamenti raccoglieranno 1.340 miliardi di
dollari.  
    SYDNEY accusa una perdita superiore al punto percentuale a
causa delle preoccupazioni per l'andamento dei prezzi delle
materie prime e dopo che la banca centrale ha lasciato invariato
il costo del denaro.
    Segno meno anche per TAIWAN, anche se il mercato aveva
aperto in campo positivo. Sul comparto dei semiconduttori, ha
pesato l'annuncio dell'acquisizione da parte di Intel 
di Altera Corp per 16,9 miliardi di dollari. Gli
investitori hanno penalizzato i titoli di Taiwan Semiconductor
Manufacturing, in calo dello 0,7%, temendo una contrazione degli
ordini da parte di Altera. 
    SEUL scivola dell'1,13% e raggiunge il minimo delle ultime 8
settimane. Sul mercato ha pesato la preoccupazione per la
debolezza dello yen che aumenta la competitività delle aziende
concorrenti giapponesi. 
        
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia