PUNTO 1-Ikea, sindacati proclamano 16 ore di sciopero

venerdì 29 maggio 2015 19:34
 

(Aggiorna con reazione Ikea)

ROMA, 29 maggio (Reuters) - Mobilitazione e 16 ore di sciopero per i lavoratori italiani di Ikea dopo la decisione dell'azienda svedese di annullare in via unilaterale la contrattazione integrativa.

Lo rende noto un comunicato congiunto dei sindacati del commercio e turismo Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs che hanno proclamato oggi "lo stato di agitazione ed un pacchetto di 16 ore di sciopero, 8 a livello territoriale e 8 a livello nazionale".

La decisione, comunicata al termine del coordinamento unitario convocato a Firenze, è conseguenza, secondo i sindacati, della decisione del colosso dell'arredamento "di annullare unilateralmente la contrattazione integrativa applicata agli oltre 6.000 dipendenti dei 21 punti vendita italiani".

Ikea Italia replica parlando di una reazione "sproporzionata e intempestiva, dal momento che il contratto integrativo continuerà ad essere applicato vista la prosecuzione delle trattative".

L'azienda tiene il punto e dice di ritenere "necessaria una revisione dei contenuti dell'attuale contratto integrativo aziendale (Cia) stipulato ormai 4 anni fa: il contesto economico degli ultimi anni è radicalmente mutato e impone di rivedere i contenuti del Cia per garantire un futuro solido e sostenibile", si legge in una nota.

Da parte sua Vincenzo Dell'Orefice, segretario nazionale della Fisascat, definisce la decisione dell'azienda di rivedere l'integrativo "un atto incomprensibile e spropositato", dal momento che i sindacati si sono mostrati disposti al confronto.

Restano confermati gli incontri già programmati per il 12 e 25 giugno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia