29 maggio 2015 / 17:29 / 2 anni fa

PUNTO 1-Metroweb, Cdp apre piano rete a investitori e operatori, lettera con Vodafone e Wind

(riscrive aggiungendo fonte e contesto)

MILANO, 29 maggio (Reuters) - La Cassa Depositi e Prestiti apre il progetto banda larga in Italia a tutti gli operatori e investitori e annuncia una lettera di intenti tra Vodafone e Wind e i soci Metroweb per la realizzazione della rete.

Lo dice una nota congiunta di poche righe, aggiungendo che l'obiettivo è la realizzazione di una rete nazionale in fibra ottica secondo il piano del governo, senza dare altri elementi.

Metroweb è partecipata dal Fondo Strategico Italiano (Fsi) - controllato a sua volta da Cassa Depositi e Prestiti - e dal fondo infrastrutturale F2i.

La strategia della Cassa Depositi e Prestiti è dotare il Paese di infrastrutture e intende farlo in linea con il piano del governo, dice una fonte vicina alla vicenda. La lettera con Wind e Vodafone è un passo in questa direzione.

"Se Telecom Italia vuole che al centro resti il rame, questo non è nell'interesse del Paese", aggiunge.

In realtà Telecom punta alla fibra ma con tecnologia fttc (fiber to the cabinet) per un piano che ha un costo stimato di 2-3 miliardi di euro.

Il progetto del premier Matteo Renzi, che punta sulla tecnologia ftth (fiber to the home), prevede investimenti fino a 12 miliardi di euro, secondo il documento della presidenza del Consiglio del marzo 2015.

Il piano prevede nello scenario "migliorativo" investimenti per 6 miliardi da parte dei privati e per altri 6 miliardi da parte del settore pubblico.

Nei giorni scorsi alcune fonti hanno detto a Reuters che il progetto di dotare Metroweb dei fondi necessari per diventare l'operatore nazionale per la banda larga con tecnologia ftth, resta in stallo perchè manca un accordo con Telecom Italia.

L'ex-incumbent, insieme a Fastweb, gruppo Swisscom , con cui è di fatto alleato, detiene oggi circa il 70% di quota di mercato sul fisso.

Nelle scorse settimane, alcune fonti hanno detto a Reuters che prima Vodafone e poi Wind avrebbero sottoscritto un "non disclosure agreement" con i soci Metroweb per verificare la possibilità di una collaborazione nella banda larga, che poteva sfociare anche in un accordo commerciale.

Secondo la stampa, invece, le parti avevano sottoscritto una lettera di intenti con l'indicazione di un percorso per la creazione di una newco, nel cui capitale sarebbero entrati gli attuali soci di Metroweb, oltre a Vodafone e Wind, finalizzata a realizzare gli investimenti previsti per la rete in ftth.

(Stefano Rebaudo)

-- ha collaborato Luca Trogni

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below