BORSA USA in calo dopo contrazione Pil in primo trimestre

venerdì 29 maggio 2015 17:03
 

29 maggio (Reuters) - Borsa Usa in calo nella mattina dopo il dato negativo sul Pil del primo trimestre e sui risultati societari dello stesso periodo.

Il governo Usa ha abbassato le stime sul prodotto interno lordo a -0,7% dal +0,2% previsto il mese scorso. Gli economisti si aspettavano una revisione a -0,8%.

"La politica monetaria della Fed guarda avanti mentre il Pil è per definizione uno specchietto retrovisore e la cosa importante ora è che non è stata una grande discesa", commenta Adam Sarhan, AD di Sarhan Capital a New York.

"Per ora la Fed è stata dati-dipendente e anche il Pil di oggi è stato più debole delle attese, il che elimina la minaccia imminente di un rialzo dei tassi", aggiunge.

Con un Pil del secondo trimestre atteso intorno a +2%, l'economia Usa è incamminata verso il peggior primo semestre dal 2011.

Il rapporto sul Pil ha messo in luce anche che gli utili societari del trimestre sono scesi dell'8,7% su anno, con le multinazionali appesantite dal rialzo del dollaro e le aziende domestiche penalizzate dai prezzi del greggio.

Anche l'incertezza su un accordo tra la Grecia e i suoi creditori internazionali pesa sul clima dei mercati.

Intorno alle 17 il Dow Jones cede lo 0,7%, l'S&P 500 lo 0,6%, il Nasdaq lo 0,7%.

Otto settori su dieci dell'S&P 500 sono negativi, con il settore industriale in calo di circa l'1%.   Continua...