Telecom Italia, Mediobanca cederà quota entro 30 giugno su mercato-fonte

venerdì 29 maggio 2015 16:30
 

MILANO, 29 maggio (Reuters) - Mediobanca cederà entro il 30 giugno la quota dell'1,64% che avrà direttamente in Telecom Italia una volta formalizzata la scissione della holding Telco.

Lo riferisce una fonte vicina alla situazione dopo che ieri la scissione di Telco ha ottenuto l'ok dell'authority argentina, l'ultimo via libera necessario a procedere con l'assegnazione delle quote dirette in Telecom Italia ai quattro soci della holding.

I soci di Telco avranno la disponibilità delle azioni nel giro di due settimane, ha spiegato poi la fonte.

"Mediobanca mantiene l'intenzione di cedere la sua quota sul mercato entro il 30 giugno", ha aggiunto.

Post scissione Mediobanca e Intesa Sanpaolo avranno l'1,64% di Telecom Italia a testa, Generali avrà il 4,32%, Telefonica il 14,77%.

La quota di Telefonica, in seguito all'emissione di bond convertibili in azioni Telecom Italia, a scadenza, dopo il conferimento delle azioni ai detentori delle obbligazioni, calerà all'8,3-9,4%. Il gruppo spagnolo ha inoltre formalizzato con Vivendi una transazione su Gvt, che comporta il passaggio al gruppo francese di azioni ordinarie pari all'8,3% dei diritti di voto.

Anche Generali e Intesa Sanpaolo hanno dichiarato che la quota in Telecom Italia non è strategica. Nella conference call sulla trimestrale qualche settimana fa il Cfo di Generali Alberto Minali ha dichiarato che la compagnia non ha ancora deciso cosa fare della quota e prenderà una decisione in base alle condizioni di mercato, all'andamento del titolo e all'asset allocation del gruppo. Intesa Sanpaolo nel suo piano industriale ha dichiarato che cederà tutte le partecipazioni non bancarie entro il 2017.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia