BORSA MILANO poco mossa, occhi puntati su Grecia

venerdì 29 maggio 2015 13:31
 

MILANO, 29 maggio (Reuters) - Seduta ingessata per Piazza Affari, che a metà seduta continua a muovere intorno alla parità.

Sul mercato prevale la cautela, con gli occhi degli investitori puntati sugli sviluppi delle trattative del debito greco.

Intorno alle 13,30 l'indice FTSE Mib avanza dello 0,1%, mentre il benchmark europeo FTSEurofirst perde lo 0,53%. Sulla borsa milanese, volumi per 1,56 miliardi di dollari.

Migliora il settore bancario rispetto all'avvio, con gran parte dei titoli ora positivi. UBI sale dell'1,2%, UNICREDIT dello 0,8%.

MPS, sotto aumento di capitale, avanza dello 0,49% a 1,837 euro. I diritti guadagnano il 4,16% a 6,02 euro.

CARIGE, che s'appresta a lanciare la ricapitalizzazione, cede lo 0,69%.

INTESA SANPAOLO poco mossa. Ieri la società ha annunciato di aver rescisso l'accordo, siglato a gennaio 2014, con CentraGas Holding per la cessione del 100% della controllata ucraina Pravex in quanto non ha ottenuto le autorizzazioni necessarie al perfezionamento dell'operazione.

AUTOGRILL guida il listino principale con un rialzo dell'1% circa. Credit Suisse ha migliorato sensibilmente il target price, mettendo in evidenza il potenziale di una ristrutturazione e di eventuali operazioni straordinarie, anche sulla base delle recenti dichiarazioni del presidente del gruppo. Il broker sottolinea però che rispetto ai fondamentali la socetà è sopravvalutata.

Deboli TELECOM ITALIA (-1,67%) e MEDIASET (-1,53%).   Continua...