Adr, per ora no impatto da incendio, preoccupa calo operatività - G.Benetton

giovedì 28 maggio 2015 14:11
 

MILANO, 28 maggio (Reuters) - Per ora l'incendio al terminal 3 dell'aeroporto di Fiumicino non ha avuto alcun impatto sul conto economico di Adr, controllata di Atlantia, ma preoccupa la riduzione dell'operatività dello scalo aeroportuale.

Lo ha spiegato il presidente di Edizione, Gilberto Benetton, a margine dell'assemblea di Autogrill, confermando inoltre l'interesse di Adr per l'aeroporto di Nizza.

"Non credo che ci sia nessun impatto sul conto economico, la situazione in 15 giorni si è sistemata", ha risposto Benetton ai giornalisti.

"Ora è venuto fuori che stanno indagando l'AD e riducendo l'attività dell'aeroporto di un 20%, il discorso è preoccupante", ha spiegato il presidente di Edizione, che controlla Atlantia attraverso Sintonia. "Il pericolo è che i sistemi burocratici blocchino le attività, (con ripercussioni negative) non solo per l'interesse della società, ma per l'interesse nazionale", ha aggiunto.

Ieri l'Enac ha disposto una temporanea riduzione dell'operatività dell'aeroporto di Fiumicino "a seguito del provvedimento di sequestro preventivo del molo D dello scalo da parte della Procura della repubblica di Civitavecchia".

L'AD di AdR Lorenzo Lo Presti è indagato perchè non avrebbe tutelato la salute dei lavoratori nei giorni successivi all'incendio che ha devastato il Terminal 3.

Benetton ha inoltre confermato che Adr è interessata all'aeroporto di Nizza e che sta cercando dei soci francesi per partecipare alla gara.

"Su Nizza stiamo cercando dei soci francesi", ha detto.

Infine il presidente di Edizione ha sottolineato che sulla possibile cessione di quote di Adr non ci sono novità.   Continua...