Btp migliorano a fine mattinata, aste non brillanti, si guarda a Grecia

giovedì 28 maggio 2015 13:07
 

MILANO, 28 maggio (Reuters) - Migliora lievemente
l'obbligazionario italiano a fine mattinata, in un mercato che,
archiviate le aste a medio lungo odierne dall'esito non
entusiasmante, resta appeso alle evoluzioni della questione
greca.
    Il Tesoro ha collocato 6,934 miliardi complessivi di Btp a
cinque e dieci anni e del Ccteu giugno 2022, su un'offerta
massima di 7 miliardi. 
    La strategist UniCredit Chiara Cremonesi parla di aste
"tutto sommato buone", con rapporti di copertura leggermente più
alti rispetto ai collocamenti precedenti, anche se "va detto che
l'ammontare offerto è molto più contenuto".
    Scontato il rialzo dei rendimenti, ai massimi da gennaio per
il cinque anni maggio 2020 (0,85%) e da dicembre per il
decennale giugno 2025 (1,83%). Meno brillante il risultato del 
quinquennale.
    "Il bid-to-cover è salito leggermente rispetto al
collocamento di un mese fa, ma bisogna tenere presente che
allora il titolo era alla prima tranche mentre oggi con
un'offerta più piccola il Tesoro non ha fatto l'importo massimo:
questo conferma che su questa scadenza, peraltro un'area ancora
cara, la qualità della domanda è stata più bassa" concorda
Gianluca Ziglio di Sunrise Brokers.
    Al netto della commissione il titolo maggio 2020 è stato
collocato a 99,02 (per un rendimento di 0,91%), un centesimo
sotto mercato; il decennale a 96,74 (rendimento 1,87%), quattro
centesimi sopra mercato.
    "La performance in asta del dieci anni è stata marginalmente
migliore delle aspettative: in pre-asta non era particolarmente
più 'cheap' di altri decennali, aveva una valutazione in linea
quindi non c'erano aspettative di maggiore domanda" commenta lo
strategist di Citi Matteo Regesta.
    A fine mattinata il maggio 2020 scambia al rendimento dello
0,89% appena sopra il minimo intraday di 0,88%; il decennale in
linea con il minimo intraday di 1,84%.
    
    MERCATO GUARDA AD ACCORDO SU GRECIA
    Lo spread Btp/Bund, a 132 punti base, resta in lieve
allargamento rispetto ai 130 della chiusura di ieri.
    "Ora torniamo a guardare alla Grecia" afferma un trader
milanese, che per la seduta odierna indica volumi "discreti" sui
Btp.
    Nonostante la cautela e le prese di distanza a livello
europeo, il mercato vede avvicinarsi l'accordo con i creditori
internazionali, che sbloccherebbe nuovi aiuti per Atene.
    "Una soluzione in Grecia varrebbe per l'Italia fino a 20
punti di spread in meno, ma serve l'accordo" afferma il trader,
che prosegue: "la curva italiana sta tornando ad appiattirsi e
credo che il movimento continuerà... i livelli attuali di spread
2-10 anni mi sembrano ingiustificati".
         
============================= 12,50 ============================
 FUTURES BUND GIUGNO                  155,14   (+0,43)   
 FUTURES BTP GIUGNO                   135,16   (+0,15)   
 BTP 2 ANNI (MAG 17)                  101,957  (-0,028)  0,147%
 BTP 10 ANNI (GIU 25)                  96,993  (+0,111)  1,838%
 BTP 30 ANNI (SET 44)                 137,124  (-0,021)  2,887%
 ======================== SPREAD (PB)=========================== 
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          161         162
 BTP/BUND 2 ANNI                                 39          38
 BTP/BUND 10 ANNI                               132         130
 minimo                                       130,6       128,7
 massimo                                      136,2       142,5
 BTP/BUND 30 ANNI                               177         173
 BTP 10/2 ANNI                                169,1       171,0
 BTP 30/10 ANNI                               104,9       103,8
 ===============================================================
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia