Rpt-Grecia, difficoltà su riforme e trattative alimentano gravi tensioni -Visco

martedì 26 maggio 2015 11:14
 

(Corregge nel lead stabilizzanti in destabilizzanti)

ROMA, 26 maggio (Reuters) - La situazione della Grecia, problematica sia in tema di riforme che di esito positivo delle trattative con le istituzioni internazionali, sta dando vita a tensioni 'potenzialmente destabilizzanti.

Il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco nelle considerazioni finali, anticipate per il G7 finanziario di Dresda dei prossimi giorni, sottolinea i possibili rischi del deflagrare della crisi ellenica.

"Le difficoltà delle autorità greche nella definizione e nell'attuazione delle necessarie riforme e l'incertezza sull'esito delle prolungate trattative con le istituzioni europee e con il Fondo monetario internazionale alimentano tensioni gravi, potenzialmente destabilizzanti" scrive il governatore, ricordando che sinora il riacutizzarsi della crisi greca ha avuto ripercussioni limitate sui premi per il rischio sovrano nell'area euro.

In tema di quantitative easing della Bce Visco evidenzia che "i timori di deflazione si sono ridotti" e che questi effetti positivi non devono indebolire gli sviluppi futuri del programma. "Anzi sono una conferma della necessità di condurlo a compimento" perchè "il costo di un'incompleta attuazione sarebbe molto elevato". Obiettivo: il ritorno duraturo all'inflazione su livelli prossimi al 2%.

A chi paventa rischi derivanti dagli acquisti della Bce, come quello dell'assunzione di rischi eccessivi nella ricerca di rendimenti più elevati, Visco risponde che questi rischi vanno considerati ma non sopravvalutati e che "non vi sono finora segnali che i bassi tassi di interesse stiano determinando l'insorgere di squilibri generalizzati".

Sul rischio di scarsa liquidità del mercato secondario dei titoli di Stato a causa del Qe, Visco sottolinea poi l'effetto positivo delle operazioni di prestito titoli effettuate dalla Bce e da alcune banche centrali nazionali.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia