FNM, Grillo chiede azione responsabilità, no dell'assemblea

lunedì 25 maggio 2015 17:00
 

MILANO, 25 maggio (Reuters) - Beppe Grillo, che si è presentato all'assemblea di Ferrovie Nord Milano con un centinaio di azioni in delega, ha chiesto che la società proceda con un'azione di responsabilità contro i vertici coinvolti nelle recenti vicende giudiziarie, proposta però bocciata dall'assise.

"Fnm deve costituirsi contro chi ha gestito in modo improprio l'ente fino a oggi", ha detto il leader del movimento Grillo, sottolineando che "ci sono i presupposti per richiedere un'azione di responsabilita'".

La scorsa settimana il presidente di FNM Norberto Achille ha rassegnato le dimissioni a seguito del provvedimento cautelare che lo ha raggiunto nell'ambito di una inchiesta che ipotizza i reati di peculato e truffa aggravata. Anche il presidente del collegio sindacale, Carlo Alberto Belloni, è stato raggiunto da un avviso di garanzia nell'ambito della stessa indagine per aver omesso di assolvere agli obblighi di controllo e ha rassegnato le dimissioni.

La proposta di promuovere un'azione di responsabilità nei confronti del management chiesta da Grillo è stata messa ai voti, ma è stata bocciata. A questo proposito Massimo Garavaglia, assessore al Bilancio della Regione Lombardia che è azionista con circa il 57%, ha sottolineato che è necessario attendere lo sviluppo del procedimento giudiziario.

L'assemblea, oltre ad approvare il bilancio, ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione, ridotto a cinque membri e presieduto da Andrea Gibelli, segretario generale della Lombardia. Durante l'assemblea alcuni azionisti hanno messo l'accento sul fatto che Gibelli fosse indagato. Secondo quanto riferito da fonti giudiziarie a settembre, Andrea Gibelli aveva ricevuto un avviso di garanzia per l'ipotesi di reato di "turbata libertà nella scelta del contraente", nell'ambito di un'inchiesta per presunta concussione relativa a consulenze per Expo.

All'assemblea di FNM si sono presentati anche i pendolari con circa 549.000 azioni (0,13% del capitale). Dario Balotta, responsabile trasporti di Legambiente Lombardia, azionista e delegato dei pendolari, ha sottolineato che questo e' "l'inizio della partecipazione attiva dei pendolari" e ha annunciato che l'associazione 'TreNoi' intende continuare a comprare azioni.

(Elisa Anzolin)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia