Fiat Chrysler, calo in borsa dopo nuova doccia fredda su m&a

lunedì 25 maggio 2015 10:03
 

MILANO, 25 maggio (Reuters) - Fiat Chrysler (Fca) è in deciso ribasso dopo le notizie che arrivano dagli Stati Uniti di un "no" GM all'ipotesi di fusione, che allontana ulteriormente la prospettiva m&a a breve raffreddando le quotazioni.

Secondo un analista, gli operatori che potevano essere interessati a un'integrazione erano GM e Volkswagen, ma le ultime notizie allontanano questa possibilità.

GM ha negato interesse a un'operazione m&a, peraltro dopo esplicito invito in questa direzione dall'AD Fca Sergio Marchionne e il presidente di Volkswagen, considerato più disponibile a operazioni di fusione, si è dimesso, dice.

Secondo il New York Times di sabato, a marzo Marchionne ha inviato una lettera all'AD GM su una possibile fusione, ottenendo però un rifiuto.

Un altro trader cita le indiscrezioni del New York Times, come motivo del ribasso delle azioni di oggi.

Il titolo era già sceso in modo significativo a fine aprile, dopo che l'AD aveva detto che Fca non era in vendita, raffreddando le attese di chi sperava in un'operazione di quel tipo a breve e facendo crollare il titolo.

Alle 9,45 in un mercato di per sè molto debole Fca perde il 2,7% a 14 euro con scambi a 2,5 milioni di pezzi da una media giornaliera di 16,3 milioni.

L'indice Stoxx europeo di settore cala dello 0,2% in una giornata in cui molte piazze sono chiuse per festività.

  Continua...