BORSE ASIA-PACIFICO - Indice piatto, Cina brilla su piano investimenti

lunedì 25 maggio 2015 08:59
 

INDICE                        ORE  8,49    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                     507,54       0,00     467,23
 TOKYO                         20.413,77    0,74     17.450,77
 HONG KONG                     CHIUSA       1,70     23.605,04
 SINGAPORE                     3.461,56     0,33     3.365,15
 TAIWAN                        9.645,17     0,07     9.307,26
 SEUL                          CHIUSA                1.915,59
 SHANGHAI COMP                 4.808,97     3,25     3.234,68
 SYDNEY                        5.721,50     1,00     5.411,02
 MUMBAI                        27.826,21    -0,47    27.499,42
 
     25 maggio (Reuters) - Partenza di settimana senza spunti per le borse
dell'area Asia-Pacifico, dopo che la presidente della Federal Reserve
statunitense ha detto che la banca centrale è intenzionata ad alzare i tassi
quest'anno se l'economia migliorerà come atteso. 
    C'è attesa anche per gli sviluppi sulla situazione della Grecia: ieri Atene
ha annunciato che non può pagare la tranche di debito di giugno al Fondo
Monetario Internazionale a meno di raggiungere un'intesa coi creditori.
    Brilla però la borsa cinese, guidata dal settore delle infrastrutture e da
quello dei trasporti, grazie all'annuncio del governo su un piano del valore di
300 miliardi di dollari per finanziare progetti pubblici.
    Intorno alle 8,50 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, è immutato. 
    La borsa giapponese ha chiuso per la settima seduta consecutiva in positivo,
grazie all'ottimismo sui risultati aziendali e, più in generale, sulla rpresa
dell'economia.
    Oggi intanto Wall Street, Londra e altri mercati europei restano chiusi per
festività.
    SHANGHAI è in rialzo di oltre il 3%, dopo che la Commissione
nazionale per lo sviluppo e le riforme di Pechino ha pubblicato sul proprio sito
web la lista di oltre 1.000 progetti di partnership pubblico-privato voluti
dalle autorità per aiutare l'economia nazionale. Chiusa invece per festività
HONG KONG, come anche SEUL.
    SIDNEY ha chiuso in rialzo - aumento maggiore da un mese - mentre
gli investitori tornano a puntare sulle banche e le attività minerarie.
    Chiusura invece in ribasso per TAIWAN, dove hanno pesato in negativo
il settore delle plastiche e quello edilizio, dopo che nei giorni scorsi il
governo ha tagliato le stime di crescita per il 2016.
    
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia