BORSE ASIA-PACIFICO - Indice MSCI negativo, pesano Wall Street e Cina

giovedì 21 maggio 2015 08:48
 

INDICE                        ORE  8,31    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                     503,66       -0,20    467,23
 TOKYO                         20.202,87    0,03     17.450,77
 HONG KONG                     27.495,53    -0,32    23.605,04
 SINGAPORE                     3.439,00     -0,02    3.365,15
 TAIWAN                        9.578,56     -1,10    9.307,26
 SEUL                          2.122,81     -0,78    1.915,59
 SHANGHAI COMP                 4.500,24     1,21     3.234,68
 SYDNEY                        5.662,30     0,93     5.411,02
 MUMBAI                        27.748,49    -0,32    27.499,42
    
     21 maggio (Reuters) - I mercati azionari dell'area Asia-Pacifico sono oggi
negativi, dopo il lieve calo di Wall Street - seguito alla diffusione di verbali
della Fed, che non indicano ancora una data per il rialzo dei tassi - e i dati
deboli sull'attività industriale in Cina.
    Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, perde lo 0,21%. 
    I deboli dati dalla Cina - con l'indice flash PMI manifatturiero in
contrazione per il terzo mese consecutivo a maggio - alimentano i timori sul
raffreddamento della domanda nel paese asiatico, seconda economia mondiale, ma
al tempo stesso spesso finiscono per rafforzare i mercati cinesi
sull'aspettativa che il governo di Pechino vari nuove misure di stimolo.
    "Nelle circostanze attuali, ogni scusa sembra buona per provocare un rally",
dice da Shanghai Jerry Alfonso, direttore di Shenwan Hongyuan Securities. E
dunque anche oggi SHANGHAI è in rialzo di circa lo 0,9%.
    HONG KONG perde invece lo 0,5% circa, mentre il titolo Prada
 è invariato.
    Positiva SIDNEY, che negli ultimi due mesi ha perso il 6% sull'onda
dei timori per il rallentamento della crescita in Cina, principale partner
commerciale dell'Australia.
    Cede terreno invece TAIWAN, a causa degli ordinativi dell'export
inferiori alle attese ad aprile, con un dato che è il peggiore degli ultimi due
anni e che pesa soprattutto sul settore dell'elettronica.
    SEUL registra la perdita più forte delle ultime due settimane a
causa di prese di profitto, che fanno seguito a tre giorni di rally.
    
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia