SINTESI-Telecom Italia, 19% circa capitale vota contro remunerazione manager

mercoledì 20 maggio 2015 19:48
 

(Unisce storie, aggiunge contesto)

ROZZANO (Milano), 20 maggio (Reuters) - Telecom Italia ha approvato la relazione sulla remunerazione ai suoi top manager, ma incassando il voto contrario di circa il 19% del capitale, se si considera che la presenza in assemblea sia stata quella annunciata dal presidente Giuseppe Recchi in apertura, cioè il 57,13% del totale.

La quota che ha bocciato la relazione sulla remunerazione è appena sotto quella dell'attuale socio di riferimento Telco, ma ben oltre l'8,3% di Vivendi, che a breve diventerà primo azionista del gruppo.

Una parte dei fondi azionisti raccoglie la raccomandazione del proxy adviser ISS e dice no alla remunerazione dei manager, anche se Glass Lewis aveva raccomandato il voto favorevole.

E' presto per dire se questo gruppo di soci sarà il vero dominus del dopo Telco in assemblea, di sicuro il voto dei fondi da qui in avanti sarà più importante.

Ottenuto il via libera delle autorità in Sudamerica, atteso a breve, Telco si dissolve e Vivendi diventerà primo azionista del gruppo italiano.

Del 22,3% di Telco rimarranno le partecipazioni di Mediobanca, Intesa Sanpaolo e Generali , pari complessivamente al 7,5% circa, ma comunque in via di dismissione, secondo le dichiarazioni delle società.

La partecipazione di Telefonica passa in parte a Vivendi e in parte viene congelata su richiesta delle autorità brasiliane, autorizzata dall'assemblea Telecom Italia.

Il presidente Giuseppe Recchi ha detto che i nuovi soci, italiani o stranieri, sono benvenuti, se rafforzano la società.   Continua...