Rete Telecom, Bassanini: "legittima" preoccupazione azienda su valore

mercoledì 20 maggio 2015 14:07
 

ROMA, 20 maggio (Reuters) - Il presidente di Cassa depositi e prestiti (Cdp) Franco Bassanini torna sulla polemica innescata dalle sue valutazioni sul depauperamento del valore delle rete Telecom, sulle quali la società ha ieri sera comunicato di avere inviato una segnalazione alla Consob.

Bassanini ricorda che aveva "indicato la 'legittima' preoccupazione di Telecom Italia di salvaguardare il valore di un suo asset fondamentale, la rete di accesso secondario in rame, valore che potrebbe essere eroso da una rapida estensione delle reti in fibra, incentivata dal Piano banda ultra larga del governo".

Il presidente di Cdp nella nota afferma anche che "le mie affermazioni, peraltro, non hanno avuto alcun effetto negativo sul titolo Telecom, che al contrario nella giornata di martedì ha avuto un andamento largamente positivo e superiore alla media del mercato azionario. Ogni altro eventuale effetto è certamente responsabilità non mia, ma evidentemente di chi, alle mie affermazioni, ha attribuito una interpretazione estensiva, attribuendomi giudizi sui bilanci Telecom che non ho dato e non intendo dare".

Intervenendo ieri a un convegno, Bassanini aveva parlato della svalutazione dell'attuale rete in rame come possibile effetto dello sviluppo di una rete in fibra.

A tarda sera, una nota di Telecom informava che, "in relazione alle dichiarazioni riportate da alcuni organi di stampa e attribuite al dottor Franco Bassanini, presidente di Cdp e di Metroweb Spa, relative alla rete del gruppo, Telecom Italia rende noto di aver presentato oggi a Consob una segnalazione per la valutazione, da parte della Commissione, delle determinazioni di competenza".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia