20 maggio 2015 / 11:09 / 2 anni fa

PUNTO 2-Banca Marche non rimborsa prestito da 1,8 mld a Fonspa

(Aggiunge dettagli su asset in vendita)

MILANO, 20 maggio (Reuters) - Banca Marche, commissariata da Bankitalia, annuncia che il contratto di finanziamento per 1,8 miliardi di euro, sottoscritto con il Credito Fondiario, è scaduto senza rimborso e che Fonspa sta collocando sul mercato gradualmente i titoli ottenuti in garanzia dal valore nominale di 2,3 miliardi.

L‘istituto di credito dice che si tratta di obbligazioni senior Banca delle Marche con garanzia dello Stato italiano e titoli di cartolarizzazione garantiti da crediti ipotecari residenziali e da crediti nei confronti di Pmi originati da Banca delle Marche.

Nella nota si sottolinea il “favorevole momento di mercato” e si ricorda che “ogni eccedenza nei proventi derivanti dalla vendita di tali attività finanziarie dovrà essere corrisposta a Banca delle Marche”.

Maurizio Bocchini, direttore finanziario dell‘istituto di credito marchigiano, ha spiegato a Reuters che l‘operazione è stata concordata con Fonspa e che si aspetta di poter incassare 500 milioni cash dalla vendita dei titoli in garanzia.

“Noi, essendo commissariati, non possiamo operare sul mercato e abbiamo concordato l‘operazione con Fonspa in modo che siano loro a cedere” i titoli, ha detto Bocchini.

“Mi aspetto che la vendita delle securities avvenga alla pari e quindi una maggiore liquidità di circa 500 milioni di euro”.

Banca Marche è stata posta in amministrazione straordinaria a ottobre 2013 dopo il fallimento di un piano di rafforzamento patrimoniale da 500 milioni di euro.

Lo scorso novembre Bankitalia ha prolungato di un anno il commissariamento di Banca Marche in attesa del piano di risanamento di Fonspa che aveva concluso la due diligence sull‘istituto marchigiano.

Nell‘agosto 2014 Fonspa aveva concesso a Banca Marche un prestito da 2,7 miliardi di euro consentendole di rimborsare un prestito di emergenza (Emergency liquidity assistance) concesso dalla Banca d‘Italia con il via libera della Banca centrale europea.

VENDITA GARANZIE

Secondo quanto riporta il servizio Ifr di Thomson Reuters Banca delle Marche si è già mossa per rioffrire sul mercato un bond garantito dallo Stato (scadenza gennaio 2017, cedola 2,75%) dell‘importo di 300 milioni; Nomura è stata incaricata di gestire la vendita, che dovrebbe concretizzarsi nelle prossime sessioni.

Il bond scambia sul mercato al prezzo di 108,994.

La seconda fase del processo di riofferta delle garanzie, prosegue Ifr, riguarda invece tre Abs strutturati dalla banca nel 2009, 2012 e 2013. La prima, denominata MM4, ha come sottostante mutui residenziali e commerciali, e ha valore residuo di 436 milioni; la seconda, MM5, ha come sottostante solo prestiti commerciali, e ha valore residuo di 143 milioni; la terza, MM6, ha come sottostante mutui residenziali, ha valore residuo di 1,3 miliardi.

(Giselda Vagnoni)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below