Germania, nono sciopero treni in 10 mesi, disagi per milioni pendolari

mercoledì 20 maggio 2015 11:01
 

ROMA, 20 maggio (Reuters) - Milioni di pendolari tedeschi sono alle prese oggi con uno sciopero dei macchinisti, il nono in dieci mesi per chiedere un aumento degli stipendi e una riduzione dei tempi di lavoro.

Due treni a lunga distanza su tre e centinaia di convogli per i pendolari sono stati cancellati oggi a causa dello sciopero indetto dal piccolo ma potente sindacato Gdl, che ha già portato ieri al blocco dei treni merci.

Secondo Deutsche Bahn, le ferrovie tedesche, lo sciopero potrebbe costare fino a 100 milioni al giorno alla più forte economia d'Europa, oltre al danno d'immagine.

Il sindacato non ha annunciato quando lo scioperò avra fine, ma solo che sarà più lungo dell'ultima protesta, durata quasi una settimana.

Secondo alcuni analisti uno sciopero di 10 giorni potrebbe pesare per uno 0,1 di punto di Pil nel secondo trimestre.

Il sindacato Gdl chiede, oltre all'aumento di paga e alla riduzione degli orari, anche di poter rappresentare altre categorie, come gli assistenti ferroviari. Deutsche Bahn ha offerto un aumento del 4,7% più un pagamento una tantum di 1.000 euro ma è contrario all'aumento delle categorie rappresentate.

(Michael Nienaber)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia