Indagine Antitrust su diritti tv serie A ipotizza accordi Sky/Mediaset

martedì 19 maggio 2015 17:55
 

ROMA, 19 maggio (Reuters) - L'Antitrust ha aperto un'istruttoria nei confronti delle società Sky Italia, Rti-Mediaset, Infront Italy e della Lega nazionale professionisti di Serie A in merito all'assegnazione dei diritti televisivi per il Campionato di calcio nel triennio 2015-2018.

Lo riferisce una nota dell'organismo di vigilanza in cui si dice che si vuole "verificare se siano intervenuti 'accordi spartitori' fra Sky e Mediaset. Per accertare queste ipotesi, funzionari dell'Antitrust hanno eseguito oggi una serie di ispezioni nelle sedi delle società, coadiuvati dalla Guardia di Finanza".

L'Antitrust rileva che "al termine della procedura per l'assegnazione dei diritti televisivi, Sky avrebbe dovuto trasmettere le partite del Campionato di Serie A sulle piattaforme satellitare e digitale terrestre contenute nei "Pacchetti A e B", mentre a Mediaset - che aveva presentato l'offerta più alta solo per il "Pacchetto D" - sarebbero spettate le restanti partite su tutte le piattaforme".

Viceversa, a gara avvenuta, "l'assetto definitivo delle assegnazioni è risultato diverso per i singoli 'pacchetti' in cui erano stati inseriti i diritti televisivi: il pacchetto satellitare (A) è stato assegnato a Sky, il pacchetto digitale terreste (B) è stato assegnato a Rti [che fa capo a Mediaset], mentre il pacchetto D è stato assegnato a Rti poi da questa ceduto a Sky".

Il procedimento dovrà concludersi entro il 30 aprile 2016. Già in mattinata la Guardia di Finanza aveva confermato di avere effettuato ispezioni per conto dell'Antitrust.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia