RPT-Mid Industry, Vei (Palladio) non obbligata a promuovere Opa - patto

martedì 19 maggio 2015 14:31
 

(corregge RIC nel titolo)

MILANO, 19 maggio (Reuters) - Vei Capital non è obbligata a promuovere un'Opa su Mid Industry Capital.

E' quanto ribadisce il patto parasociale siglato da Palladio Finanziaria con alcuni azionisti dell'investment company e modificato il 14 maggio scorso.

L'accordo vincola il 32,3% del capitale sociale (34,6% del capitale votante). Non ne fa parte Vei, che non ha in mano azioni Mid Industry, mentre alla controllante Palladio fa capo il 6,977% del capitale sociale (7,5% del capitate votante).

Gli aderenti sono impegnati ad apportare le azioni ad un'eventuale offerta. Vei ha messo sul piatto 6,5 euro per azione più un importo futuro in funzione della liberazione di un fondo di garanzia. A questa cifra, però, va sottratto l'eventuale importo del dividendo in denaro, proposta che verrà votata dall'assemblea che si terrà il 25 o il 26 maggio prossimi, nonché altri 0,43 euro per azione in caso di approvazione, da parte dei soci, della proposta di assegnazione gratuita delle azioni proprie in portafoglio.

Le proposte di dividendo e distribuzione di titoli sono state avanzate da First Capital, maggior azionista singolo e impegnato in un braccio di ferro con i soci, guidati dal presidente Giorgio Garuzzo, che hanno siglato l'accordo con Vei.

L'accordo, si legge nella lettera, non obbliga Vei a promuovere un'offerta pubblica.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia