Azimut debole in borsa, pesa "overhang" dopo modifiche patto sindacato

martedì 19 maggio 2015 11:26
 

MILANO, 19 maggio (Reuters) - Azimut sotto pressione stamattina a Piazza Affari dopo che gli azionisti aderenti al patto di sindacato ne hanno modificato i termini sottraendo al vincolo di blocco azioni pari all'11,3% del capitale. Queste azioni, spiega una nota degli oltre 1200 gestori, promotori e dipendenti uniti in Timone Fiduciaria che controlla il 20% del gruppo, saranno pertanto vendibili liberamente sul mercato.

"Promotori, dipendenti e azionisti possono adesso vendere azioni su cui in precedenza c'era un lock up", spiega un analista, parlando esplicitamente di "overhang" sul titolo.

In una nota Citigroup ricorda che fino ad oggi la maggior parte delle azioni detenute dal patto (19,2% del capitale) erano vincolate fino all'età del pensionamento (65 anni) dei promotori e dipendenti.

I soci del patto, "al fine di assicurare una ordinata dismissione sul mercato delle azioni libere possono conferire incarico a Timone Fiduciaria spa di condurre le attività di dismissione con una modalità ordinata e congiunta di vendita delle azioni, da eseguire, tenuto conto delle condizioni e dell'andamento dei mercati, a partire dal 19 maggio 2015, e sino al 31 dicembre 2015".

Ma, in attesa di conoscere il numero di aderenti che si avvarranno di questa facoltà, il titolo perde circa il 3% in borsa dopo aver toccato i massimi storici a metà mese.

Chi opterà per non conferire mandato a Timone Fiduciaria potrà vendere le proprie azioni solo a partire dal trentesimo giorno successivo a ieri, data di modifica del Patto.

Intorno alle 11,20 Azimut cede il 2,6% a 28,13 euro dopo essere scesa ad un minimo intraday di 27,71 euro. I volumi sono sostenuti, già superiori alla media giornaliera calcolata su 30 giorni.

Per il testo integrale del comunicato diffuso dalla società, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia