PUNTO 1-UniCredit, adesioni a buyback bond subordinati 1,386 mld, 60,5%

martedì 19 maggio 2015 11:43
 

(Riscrive con dettagli, contesto)

MILANO, 19 maggio (Reuters) - Si è chiusa con adesioni complessive per un valore nominale di 1,386 miliardi di euro l'offerta pubblica volontaria di riacquisto lanciata da UniCredit su proprie obbligazioni subordinate in circolazione.

Lo ha comunicato la banca in una nota diffusa oggi a seguito della chiusura del periodo di adesione, partito il 13 aprile e prorogato fino a venerdì scorso, 15 maggio. Tra il 4 e il 15 maggio, ovvero durante il periodo di proroga, le adesioni sono state pari a 61,138 milioni.

L'offerta di riacquisto riguardava sette bond emessi dalla banca con scadenze nel 2020 e nel 2021 e un ammontare aggregato di circa 2,29 miliardi alla data dell'annuncio: ne risulta che l'operazione si chiude col riacquisto di circa il 60,5% complessivo dei titoli in oggetto .

Obiettivo dell'operazione era di "ottimizzare la composizione" delle passività attraverso il riacquisto titoli non più computabili nel Tier 2 e di conseguenza "inefficienti sotto il profilo regolamentare".

Nel dettaglio, informa Unicredit, le adesioni sono risultate pari al 61,16% sul bond febbraio 2020 (riacquistato al prezzo di 105,10), al 57,13% per il bond giugno 2020 a tasso misto (prezzo di riacquisto 102,66), al 59,88% per il giugno 2020 a tasso fisso (a 106,10), al 59,76% per il luglio 2020 a tasso fisso (a 106,20), al 68,69% per il luglio 2020 a tasso misto (a 102,80), al 55,86% per l'ottobre 2020 (a 104,90) e al 54,11% per il marzo 2021 (a 104,45).

Le adesioni giunte fino al 30 aprile hanno avuto regolamento in data 5 maggio; quelle giunte tra il 4 e il 15 maggio in data odierna.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia