FNM, presidente Achille si dimette dopo provvedimento cautelare

martedì 19 maggio 2015 11:15
 

MILANO, 19 maggio (Reuters) - Il presidente di FNM (Ferrovie Nord Milano) Norberto Achille ha rassegnato le sue dimissioni dalle cariche societarie a seguito del provvedimento cautelare che lo ha raggiunto nell'ambito di una inchiesta della procura di Milano che ipotizza i reati di peculato e truffa aggravata.

Lo dice una nota della società in cui si spiega che la rappresentanza sociale è ora in capo al vice presidente Luigi Cardinetti.

Achille, dice una nota dei Carabinieri diffusa ieri sera, è stato interdetto per sei mesi dall'esercizio delle cariche direttive per decisione dell'Ufficio Gip del tribunale di Milano.

E' stato raggiunto da un avviso di garanzia anche il presidente del Collegio sindacale, Carlo Alberto Belloni, nell'ambito della stessa indagine per aver omesso di assolvere agli obblighi di controllo conseguenti al ruolo rivestito, dice la nota dei Carabinieri.

FNM, controllata con il 57,57% dalla Regione Lombardia, ribadisce la correttezza dei propri bilanci" e, rinnovando "la piena collaborazione all'autorità inquirente, sottolinea di aver dato mandato già da tempo a un avvocato penalista affinché tuteli, anche giudizialmente, i propri interessi".

Non è stato possibile avere nell'immediato un commento dal difensore di Achille.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia