Termini Imerese, altri due anni cig, sindacato lamenta ritardi piano Metec

venerdì 15 maggio 2015 16:06
 

ROMA, 15 maggio (Reuters) - Il ministero del Lavoro ha firmato il decreto che autorizza due ulteriori anni di cassa integrazione straordinaria per ristrutturazione aziendale per i 700 dipendenti Blutec di Termini Imerese, stabilimento dismesso circa quattro anni fa da Fiat e ancora in attesa di un nuovo progetto.

Il pagamento, si legge in un comunicato del ministero dello Sviluppo diffuso al termine di un incontro con azienda e sindacati, ha valore retroattivo dal 31 dicembre 2014 sino al 30/12/2016.

Blutec è una società del gruppo di componentistica Metec che dovrebbe riprendere la produzione di auto nel sito palermitano.

La Uilm prende atto della firma del decreto ma sottolinea i ritardi nella attuazione del piano di reindustrializzazione: "Blutec ha presentato a Invitalia il progetto industriale, chiedendo peraltro nuove modalità di versamento del capitale, poiché fino ad ora è stata materialmente versata solo una parte del capitale deliberato e sottoscritto".

Il sindacato ha poi chiesto e ottenuto dall'azienda un anticipo del versamento della cassa "almeno del mese di aprile" per evitare ulteriori penalizzazioni per i lavoratori in attesa dell'effettivo versamento da parte dell'Inps.

Il 16 giugno è convocata una riunione al ministero dello Sviluppo per l'esame del piano industriale che Blutec ha presentato a Invitalia, agenzia del ministero.

Metec ha ottenuto la cigs a fronte di un piano finalizzato a produrre in un primo momento componentistica per auto e successivamente due veicoli ibridi. Entro il 2018 dovrebbero essere impiegati 800 lavoratori. L'investimento si aggira intorno a 280-290 milioni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia