UniCredit, soci libici non hanno intenzione di aumentare quota - Vita

giovedì 14 maggio 2015 14:05
 

MILANO, 14 maggio (Reuters) - I soci libici di UniCredit non hanno in questo momento intenzione di aumentare ulteriormente la quota, oggi complessivamente poco sopra il 4%, in quanto hanno altre cose a cui pensare.

Lo ha detto il presidente di UniCredit, Giuseppe Vita, ribadendo che Hvb "è un piccolo gioiello" e quindi non è in vendita.

"Hvb è un piccolo gioiello per noi. Se la banca fosse costretta a venderla vorrebbe dire che le cose non vanno bene. Assolutamente no. Se possiamo, teniamoci il 100 per cento se guadagna e va bene", ha detto Vita a margine di un evento.

Quanto ai libici, Vita ha detto: "Siamo contentissimi e quando (la Libia) dovesse ripartire noi come Unicredit potremmo giocare un ruolo portante. Noi siamo i partner predestinati sull'asse se la Libia dovesse ripartire".

Alla domanda se gli azionisti libici intendano salire ancora nel capitale, Vita ha così risposto: "Non lo so. La Libia ha altro a cui pensare in questo momento".

Central Bank of Libya detiene il 2,914% di UniCredit, mentre Libyan Investment Authority (Lia) l'1,25%.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia