Hera sta facendo scouting per M&A, non punta solo a integrare Aimag - Tommasi

mercoledì 13 maggio 2015 16:50
 

MILANO, 13 maggio (Reuters) - In attesa che i soci di Aimag, la utility controllata da 21 comuni delle province di Modena e Mantova, decidano di cedere il controllo dell'azienda, Hera continuerà a crescere attraverso l'acquisizione di altre utility minori e nelle regioni di riferimento dove già opera - Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Veneto - è in corso uno scouting.

A dirlo è il presidente di Hera, Tommaso Tomasi di Vignano, nel corso della call con gli analisti sui risultati del trimestre.

"Ci sono opportunità su cui stiamo facendo scouting di M&A e per questo ragione è meglio non sbilanciarsi sulle attese di ebitda per fine anno", ha sottolineato il manager.

Tommasi di Vignano ha quindi aggiunto che all'interno della regione di riferimento di Hera, la più attiva fra le utility italiane nella crescita attraverso l'acquisizione di realtà minori, "l'ultima è Aimag. Anche se i tentennamenti dei soci non sono ancora finiti. Non siamo condizionati ad aspettare che cambino gli atteggiamenti di Aimag, andremo avanti con i nostri criteri dando la priorità alla regione dove operiamo".

Hera controlla già il 25% del capitale della utility di Modena e Mantova e punta a integrarla nel gruppo come ha sempre fatto con altre aziende rilevate di recente, come Amga Udine. "Se poi i signori di Aimag ci telefonano domani e ci dicono che sono pronti a cedere il controllo potremmo fare anche questa operazione, ma stiamno guardano anche ad altre situazioni", ha concluso.

Infine, il numero uno di Hera ha criticato l'azione del governo sul fronte del consolidamento del settore, "come l'Authority per l'ambiente che non c'è e la definzione delle regole per le gare per il rinnovo delle concessioni nell'ambiente. Queste due operazioni farebbero fare un salto nella riduzione del numero degli operatori".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia