Tod's, Ebitda trim1 scende a 47 mln, ricavi +1,5% grazie a effetto cambi

mercoledì 13 maggio 2015 18:10
 

MILANO, 13 maggio (Reuters) - Tod's archivia il primo trimestre con un Ebitda inferiore alle attese degli analisti, pari a 47 milioni di euro dai 56,8 milioni dello stesso periodo 2014, su ricavi in crescita dell'1,5% a 257,7 milioni grazie all'effetto positivo dei cambi.

Il dato di 'same store sales growth', calcolato a cambi costanti come media a livello mondiale dei tassi di crescita dei ricavi registrati nei negozi a gestione diretta esistenti al 1° gennaio 2014, è pari a -7,8% nelle prime 19 settimane, si legge in una nota. "Il dato evidenzia un deciso miglioramento rispetto al valore dei primi tre mesi dell'anno (ricordiamo che era pari a -10,6% a fine marzo), anche se rimane ancora negativo per la debolezza dei consumi in alcuni mercati importanti, come quello della Greater China", sottolinea il gruppo, aggiungendo che il dato sarebbe positivo a cambi correnti.

La nota evidenzia come anche in questo trimestre sia proseguito il calo della redditività operativa, "come ovvia conseguenza della decisione strategica di continuare ad investire in rete distributiva, comunicazione, risorse umane e capacità produttiva, pur in una momentanea assenza di crescita dei ricavi".

Le attese di cinque analisti raccolte da Reuters convergevano in media su un Ebitda di 54 milioni e ricavi per 255,8 milioni.

A cambi costanti i ricavi registrati dal gruppo sarebbero pari a 245,9 milioni, in calo del 3,1%.

"I risultati del trimestre riflettono un ambiente economico e monetario ancora complesso, per la persistente debolezza di alcuni mercati importanti per i beni di lusso, e sono stati ulteriormente influenzati in alcune parti del mondo dalle pessime condizioni climatiche e da ritardi nelle consegne di prodotti per noi importanti", commenta nel comunicato il presidente e AD Diego Della Valle. "Gli investimenti fatti negli ultimi anni determinano una temporanea contrazione della redditività di breve termine, che siamo certi di poter riprendere, e anche aumentare, in un'ottica di medio periodo".

Della Valle sottolinea come, "data la costante attenzione al controllo dei costi e visto il buon andamento dei negozi nelle ultime settimane, con l'avvio della stagione Primavera Estate, e l'ottimo riscontro delle collezioni per il prossimo Autunno/Inverno, sono molto fiducioso sulla bontà dei risultati dell'esercizio in corso".

  Continua...