BORSA MILANO prosegue negativa, spunti selettivi su STM, Campari e Yoox

martedì 12 maggio 2015 12:39
 

MILANO, 12 maggio (Reuters) - Seduta decisamente negativa a Piazza Affari, anche se fa meglio degli altri mercati europei, penalizzata dalle forti vendite sul mercato dei bond globale che sta preoccupando gli investitori. Sullo sfondo ci sono sempre i timori legati alla crisi del debito della Grecia.

"Sulla crisi greca c'è ancora un nulla di fatto, inoltre preoccupa il selloff sui bond", osserva un trader.

Intorno alle 12,20, l'indice FTSEMib cede lo 0,8%, l'Allshare lo 0,84%, mentre l'indice europeo FTSEurofirst 300 arretra dell'1,84%. Volumi pari a 1,9 miliardi di euro circa.

Lettera su tutto il listino con poche eccezioni, come YOOX , in salita dello 0,83% dopo il trimestre annunciato ieri sera a mercati chiusi con Ebitda stabile e ricavi in crescita del 16%, in linea con le attese degli analisti.

Spunti anche su STM, mentre è in corso l'investor day a Londra, che balza del 4,7% circa sulla scia dell'annuncio da parte della società di attendersi che i ricavi crescano di circa il 3,5% nel secondo trimestre, nel mezzo della guidance data dalla società due settimane fa.

Bene anche CAMPARI che sale del 2,6% dopo i risultati.

Miste le banche, in particolari le popolari con con POP EMILIA in flessione dell'1,7%, mentre POP MILANO sale dell'1,6% circa, in attesa entrambe delle trimestrali oggi. Fra le big INTESA SP contiene le perdite a -0,19% dopo i risultati ieri superiori alle attese, mentre UNICREDIT guadagna lo 0,23% in attesa dei risultati del trimestre oggi. BMPS perde il 3,33% dopo le positive e recenti performance del titolo. Oggi Deutsche Bank ha ridotto il prezzo obiettivo a 0,60 euro da 0,70 euro precedente.

Giù anche l'energia con ENEL in calo dell'1,5% ed ENI dello 0,64%. Anche l'indice oil&gas europeo perde lo 0,8% circa. A2A perde il 2,4%. In controtrend SAIPEM in salita dello 0,63% sulle attese per gli sviluppi del Turkish Stream.

Prosegue la correzione di TELECOM in calo dell'1,44%. Barclays ha tagliato il prezzo obiettivo a 1,10 euro da 1,20 con rating EQUAL WEIGHT.   Continua...